Contenuti OriginaliiPhone 12 Pro

iPhone 12 e 12 Pro: La durata della batteria desta preoccupazioni

Analizziamo la situazione dopo alcuni giorni di prova dei nuovi dispositivi

Lo abbiamo già scritto più volte, i nuovi iPhone 12 ed iPhone 12 Pro hanno una batteria più piccola rispetto ai modelli precedenti.

All’interno dei dispositivi non troviamo più una batteria a forma di L ma una più classica, di forma rettangolare e dalla capacità di 2815 mAh per entrambi i modelli.

Su iPhone 11 Pro invece, avevamo una batteria da 3046 mAh e su iPhone 11 Pro si raggiungevano i 3110 mAh, uni scarto di quasi 300 mAh.

La differenza c’è, anche se non sembra particolarmente elevata ma abbiamo già avuto modo di vedere uno stress test in cui gli iPhone 12 e 12 Pro si sono scaricati 1 ora prima rispetto ad iPhone 11 Pro.

1 ora di autonomia in meno all’interno di uno stress test, corrisponde ad almeno 3 ore di autonomia in meno durante un utilizzo normale del dispositivo.

Ne consegue che il problema esiste davvero: i nuovi iPhone 12 hanno una durata della batteria non conforme agli standard di durata odierni. Con gli iPhone 11 Pro e Pro Max eravamo arrivati ad un buon bilanciamento, quest’anno invece ritorna il problema.

Se a tutto questo aggiungiamo che con il tempo la batteria si deteriora e che l’utilizzo del 5G fa scaricare la batteria molto più in fretta rispetto al 4G, allora potremmo quasi parlare di BatteryGate. Il “quasi” è d’obbligo perché è ancora troppo presto per trarre delle conclusioni e qui sotto vi spieghiamo anche il motivo.

Sono decine e decine le segnalazioni che stiamo ricevendo in questi giorni dagli utenti, sia tramite Instagram che tramite email e tutti lamentano una scarsa durata della batteria, soprattutto sui modelli Pro. Chiaramente non possiamo sapere ogni utente in che modo ha utilizzato il telefono in questi giorni, ma il problema è sicuramente diffuso.

C’è però una considerazione che dobbiamo fare.

Quando si installa un grosso aggiornamento, quando ripristiniamo lo smartphone o quando ne acquistiamo uno nuovo, il telefono deve eseguire miliardi di operazioni in background e questo processo dura alcuni giorni.

Si parte da una cache azzerata, quindi ogni azione che svolgiamo avviene per la prima volta. In background, in maniera del tutto nascosta all’utente finale, avvengono tantissimi processi per ricreare e re-indicizzare qualsiasi cosa nel sistema operativo. L’intelligenza artificiale ha bisogno di eseguire miliardi di operazioni per studiare e capire le nostre abitudini, i file di sistema devono essere letti, scompattati ed espansi, c’è un lavoro immane che avviene dietro le quinte, “di nascosto”.

In aggiunta a tutto questo, noi mettiamo un altro grosso carico: riscarichiamo tutte le applicazioni, tutte le foto e video da iCloud, siamo curiosi di scoprire tutte le novità, soprattutto quelle della fotocamera, e la teniamo aperta più tempo rispetto al normale utilizzo sull’iPhone precedente. La fotocamera scarica molto in fretta la batteria. Leggiamo più articoli, siamo più connessi ad internet, abbiamo lo schermo attivo più a lungo rispetto al solito e creiamo nuove abitudini che l’iPhone deve processare e apprendere.

Questi sono i fattori principali che comportano un maggior consumo di batteria, almeno per la prima settimana dal lancio di un nuovo prodotto. È una situazione completamente normale e non dovremmo mai utilizzare queste statistiche per trarre delle conclusioni finali, quindi diamo a questi iPhone qualche altro giorno di tempo per capire effettivamente come si comportano.

Considerazioni

Probabilmente quella di passare da uno smartphone di 8,1mm di spessore (11 Pro) ad uno di 7,4mm è stato un errore da parte di Apple. Mantenendo le stesse dimensioni avremmo potuto avere una batteria più larga e di conseguenza con una maggiore capacità.

Il design squadrato sicuramente non gioca a favore dello spessore, nel senso che con i bordi curvi dei modelli precedenti si creava un’illusione ottica che faceva apparire gli smartphone più sottili. Probabilmente se fossimo rimasti da 8,1 mm su iPhone 12 si sarebbe vista un’importante differenza, forse anche troppo “brutta”. Questo purtroppo non possiamo dirlo con certezza, tuttavia, se diamo uno sguardo al passato, Apple ha sempre prediletto uno spessore ridotto rispetto ad una batteria più grande. Nessun iPhone è stato famoso per un’estrema durata e gli unici benefici li riscontriamo sui modelli Pro Max in quanto permettono effettivamente di integrare una batteria con capacità più alta.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!