App Store

Apple non vuole più applicazioni realizzate tramite template preimpostati nell’App Store

Apple ha trascorso diversi mesi del 2017 a ripulire l’App Store da contenuti scadenti, non aggiornati o che copiavano applicazioni di successo. L’opera di miglioramento dello Store non è ancora conclusa ed oggi l’azienda ha fatto sapere che da Gennaio non saranno più accettate applicazioni realizzate con template.

Le app realizzate con template sono quelle che si ottengono in maniera semplicissima attraverso dei servizi esterni che utilizzano modelli preimpostati. Stesso discorso per i plugin di wordpress che trasformano il proprio sito in applicazione. Queste app sono già precompilate e semplicemente si interfacciano alle API JSON per visualizzare i contenuti del proprio sito all’interno del template.

Da Gennaio le nuove richieste verranno respinte. Sulle app già esistenti non è ancora chiaro cosa succederà, potrebbero essere rimosse ma in questo modo Apple creerebbe disagi a molti siti per cui è più probabile che vengano lasciate nello store.

Alcune aziende che si occupavano di realizzare applicazioni a terzi sfruttando dei template hanno già chiuso. Tra queste segnaliamo Shoutem e ChowNow ma ce ne sono ancora molte altre ancora attive che rischiano il fallimento per questa scelta di Apple.

Lo scopo è quello di avere un App Store qualitativamente superiore, senza troppe app-cloni o dalle funzionalità troppo semplici. Queste app tuttavia non erano troppo costose e permettevano anche a piccole aziende di essere presenti nello store offrendo un servizio in più.. tutto questo non sarà più possibile.

Via

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button