iPhone

Phil Schiller: «il Face ID è di gran lunga superiore alle tecnologie implementate dai concorrenti»

Phil Schiller, capo del marketing di Apple, ha recentemente concesso un’intervista al sito Bright.nl, parlando di diversi argomenti e in particolare del Face ID.

Stando a Schiller, uno dei principali obiettivi di Apple con il Face ID è di rendere la sicurezza “semplice”. L’azienda californiana crede infatti che il Face ID sia superiore alle altre tecnologie per il riconoscimento dei volti implementate su smartphone Android.

«Queste non funzionano in tutti i modi in cui vogliamo che il Face ID funzioni. Siamo davvero consci del fatto che questa semplice cosa, questo tasto Home, nato per portarti alla schermata Home cliccandolo, è diventato qualcosa che permette di fare così tante cose. Abbiamo aggiunto il Touch ID, permetteva di accedere al multitasking, richiamava Siri, attivava Apple Pay. Tutto ciò in un solo tasto meccanico.

Quindi per il Face ID avevamo bisogno del modo migliore per sbloccare facilmente il dispositivo con il nostro volto, con un metodo sicuro con Secure Enclave, e supportare tutte le altre funzionalità. Dovevamo trovare una soluzione a tutto ciò. Soluzioni che altre persone [aziende concorrenti] hanno implementato e che coinvolgono il volto non sono come questa. Il Face ID è davvero una implementazione unica».

Schiller ha poi confermato nuovamente che Apple, anche con il Face ID, è molto attenta alla protezione dei dati dei suoi utenti. Come con il Touch ID, la scansione del volto e le altre informazioni necessarie per sbloccare il proprio iPhone sono conversate nel Secure Enclave su iPhone X. Gli sviluppatori possono accedere ai dati della mappatura facciale tramite la TrueDepth camera per effetti in realtà aumentata, ma Schiller ha dichiarato che il Face ID non c’entra nulla in tutto questo.

Bright.nl ha poi chiesto se il motto di Apple “Think Different” sia ancora applicabile oggi, e Schiller ha approfittato della domanda per elogiare le AirPods, un prodotto molto amato dagli utenti e dagli esperti del settore: «Sono davvero due computer separati che inserite nelle vostre orecchie».

Via | MacRumors

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button