Era solo una questione di tempo, e alla fine il teardown del nuovo iMac Pro è arrivato. Se ne è occupato l’azienda OWC, molto interessata al prodotto poiché presenta layout e configurazione interna diversi dai modelli standard di iMac 5K. OWC produce memorie e componenti per aggiornare i Mac, quindi il teardown del nuovo iMac Pro gli è servito anche per esplorare il territorio.

Diversi sono i punti interessanti della nuova configurazione interna di iMac Pro. Il modello base dispone di 32GB di RAM organizzati secondo la configurazione 4 x 8GB, con quattro moduli DIMM inseriti in alloggiamenti standard. La configurazione dovrebbe essere la stessa su tutti i modelli di iMac Pro, con quello da 64GB con 4 x 16GB e quello da 128GB con 4 x 32GB.

Altro caratteristica degna di nota è che il modello base di iMac Pro dispone di un SSD da 1TB formato da due SSD da 512GB nella configurazione RAID. La cosa positiva è che entrambi gli SSD sembrano essere facilmente removibili.

Apple in futuro potrebbe consentire l’aggiornamento della RAM tramite provider autorizzati, ma arrivare a tali componenti all’interno dello chassis non è semplicissimo, quindi gli utenti potrebbero pensarci più di una volta prima di dare il via libera. OWC fa notare che presto lancerà un programma che permetterà agli utenti di inviargli i propri iMac Pro per aggiornare la memoria, ovviamente con la garanzia di un personale altamente preparato.

OWC ha inoltre in programma il lancio di un kit d’aggiornamento fai da te dedicato agli utenti più esperti. Coraggiosi o meno, è interessante sapere che un aggiornamento della memoria è comunque possibile.

Il teardown di OWC mostra poi CPU e GPU, mostrando in tutta la sua gloria il processore Intel Xeon W ad 8 core. Anche in questo caso è interessante far notare che la CPU dovrebbe essere aggiornabile. In futuro verranno sicuramente eseguiti dei test per confermare la notizia.

Quello di OWC non è un teardown paragonabile a quelli ben più approfonditi di iFixit, ma è comunque molto interessante. Ricordiamo che su questo computer non troviamo più i semplici alloggiamenti per la RAM da aprire e sostituire quindi ogni upgrade rispetto al modello acquistato andrà eseguito in Apple Store o presso esperti. Vi lasciamo al video:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.