Apple ha assunto l’ormai ex capo della sezione A.I di Google John Giannandrea, riporta il The New York Times. La notizia è emersa da una email interna di Tim Cook, in cui ha scritto che “John condivide la nostra attenzione alla privacy e il nostro approccio ponderato nel realizzare computer sempre più intelligenti e personali“.

Si tratta di un grande “colpo” per Apple, poiché l’azienda nel settore dell’intelligenza artificiale sembra sia stata superata dalla concorrenza (vedi Google Assistant e Alexa di Amazon). Nonostante sia stata la prima a lanciare su grande scala un assistente virtuale smart, ovvero Siri, molti esperti credono che ad oggi la battaglia sia stata persa.

John Giannandrea si è unito a Google nel 2010, in seguito all’acquisizione di Metaweb, ed è stato sin da allora il responsabile dell’integrazione dell’A.I. in prodotti come Gmail, Google Search e Google Assistant. Alla Apple, guiderà il team che si occupa del machine learning e, ovviamente, dell’intelligenza artificiale.