Recentemente Apple ha rilasciato watchOS beta 4.3.1 per tutti gli sviluppatori. Provando questo sistema operativo abbiamo scoperto l’esistenza di un nuovo avviso, che appare all’avvio delle applicazioni datate.

Avviando un’applicazione creata su watchOS 1, la prima versione del sistema operativo per Apple Watch, la nuova beta di watchOS ci manderà un piccolo avviso. Grazie ad esso scopriremo che l’applicazione avviata è piuttosto datata e non è ancora stata aggiornata alle versioni più recenti di watchOS. Probabilmente Apple sospenderà il funzionamento di queste applicazioni con il rilascio di watchOS 5 previsto per settembre. Allo stesso tempo l’App Store non accetta più le applicazioni per Apple Watch create su watchOS 1.

Si tratta di una mossa piuttosto logica da parte di Apple. Negli anni dopo il lancio del primo Apple Watch sono state cambiate diverse funzioni del sistema operativo. Ricordiamoci infatti che in watchOS 1 le applicazioni dovevano continuamente dialogare via Bluetooth con l’iPhone per poter funzionare. Questo elemento è stato subito cambiato in watchOS 2, grazie al quale le applicazioni potevano essere installate sullo smartwatch.