Notizie

L’UE apre un’indagine sull’acquisizione di Shazam da parte di Apple

L’Unione Europea ha avviato un’indagine sull’acquisizione di Apple del noto servizio Shazam. In particolare, l’UE è preoccupata del fatto che l’accordo tra le due aziende potrebbe restringere le opzioni per gli utenti relative ai servizi musicali in streaming nello SEE (Spazio Economico Europeo).

A Febbraio, diversi paesi, tra cui Austria, Francia, Islanda e Spagna, hanno chiesto alla Commissione Europa di valutare l’accordo tra Apple e Shazam. Quest’ultimo, stando alla commissione, “potrebbe avere un significativo effetto sfavorevole sulla concorrenza nello Spazio Economico Europeo“. La richiesta è stata dunque accolta e le indagini sono state avviate.

Ma in che modo l’acquisizione di Shazam potrebbe minacciare la concorrenza? Spotify ed Apple si garantiscono 1 milione di click al giorno tramite l’app Shazam. In caso di acquisizione da parte del colosso di Cupertino, Spotify potrebbe perdere una quantità di traffico davvero importante. In aggiunta, secondo alcuni, Apple potrebbe utilizzare i dati di Shazam per proporre agli utenti una “cattiva pubblicità” della concorrenza, incoraggiandoli a passare ad Apple Music.

Margrethe Vestager, dal 2014 Commissario europeo per la concorrenza, ha dichiarato: «Il modo in cui le persone ascoltano la musica è cambiato molto negli ultimi anni, con sempre più cittadini europei che utilizzano servizi musicali in streaming. La nostra indagine ha l’obiettivo di assicurare che gli amanti della musica possano continuare a godere di allettanti offerte per lo streaming musicale e che non si ritrovino con meno possibilità di scelta come conseguenza di questa acquisizione proposta».

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!