Apple Music

Apple Music supera i 50 milioni di iscritti

Nell’intervista rilasciata da Tim Cook alla trasmissione “The David Rubenstein Show: Peer-to-Peer Conversations” andata in onda su Bloomberg Television, il CEO di Apple, oltre a parlare del confronto avuto col presidente Trump a proposito dei dazi cinesi e della revoca del DACA, ha dichiarato che la piattaforma musicale Apple Music ha superato i 50 milioni di iscritti, tra utenti paganti ed utenti che, invece, hanno aderito al servizio usufruendo del periodo di prova gratuito.

I nuovi numeri vengono resi pubblici cinque settimane dopo le dichiarazioni del capo dei servizi Apple, Eddy Cue, secondo cui Apple Music era arrivata a quota 40 milioni di utenti a pagamento.

Apple Music rimane il secondo servizio di streaming musicale più popolare al mondo, dietro Spotify, che di abbonati, al 31 marzo 2018, ne contava 75 milioni. Stando a questi numeri, e supponendo che i servizi mantengano una crescita costante, prima delle festività natalizie Apple dovrebbe raggiungere i 60 milioni di abbonati contro i 90 previsti per Spotify. Il numero degli utenti attivi totali su quest’ultima piattaforma, però, arriva almeno a 170 milioni se prendiamo in considerazione anche gli account gratuiti supportati dalla pubblicità.

Vi ricordo che Apple Music ha contribuito in modo determinante alla continua crescita della categoria dei servizi Apple che, anche grazie a App Store, iTunes e iCloud a pagamento, ha fatto registrare un utile di 9,1 miliardi di dollari lo scorso trimestre, con un aumento del 31% su base annua.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!