Apple ha finalmente deciso di adottare una strategia diversa che porta i propri servizi ad una maggiore apertura, diffusione ed utilizzo da parte di terze parti. Così come il MusicKit, che premette di integrare Apple Music in altre applicazioni e nei siti web, adesso è disponibile anche il MapKit, un altro framework che porta le mappe di Apple sul web.

Tutti i siti web che mostrano una porzione di Mappa per indicare punti vendita, indirizzi e quant’altro, utilizzano il motore di Google Maps, ma da oggi è disponibile il MapKit JS con relative API che offre le stesse caratteristiche.

Apple aveva già presentato il MapKit durante la WWDC 2016 ma l’ottimizzazione web ha richiesto ben 2 anni prima di arrivare ad un buon risultato. Integrare una mappa nel proprio sito web è molto semplice e può mostrare un determinato luogo, un pin per indicare una posizione precisa con tanto di icona personalizzata, può mostrare risultati di ricerche (ad esempio le catene di un negozio specifico presenti su un vasto territorio), oppure una quarta opzione chiamata Draggable Annotations che ci permette di muovere un segnaposto a nostro piacimento per ottenere informazioni. In questa pagina trovate tutti gli esempi e potrete anche visualizzare le poche linee di codice necessarie al funzionamento.