Ieri Samsung ha presentato il nuovo Galaxy Note 9, phablet top di gamma con display da 6.4″. Il dispositivo può contare sull’ottimo processore Snapdragon 845 di Qualcomm e 6/8GB di RAM, ma i primi benchmark rivelano che, in quanto a prestazioni, viene superato da iPhone X.

Come comunicato da Tom’s Guide, che ha avuto modo di provare il Galaxy Note 9 nella versione con 6GB di RAM, iPhone X è stato in grado di superare il nuovo smartphone di Samsung nella maggior parte dei test benchmark. Nel test Geekbench 4, iPhone X ha superato tutti gli altri dispositivi con un punteggio di 10,357. Il Galaxy Note 9 invece, “solo” 8,876.

Geekbench 4 misura le prestazioni generali, e il Note 9 garantisce ottime prestazioni nei test benchmark multi-core. Il Note 9 ha ottenuto un punteggio di 8,876, che è di gran lunga superiore al punteggio di Note 8. Supera anche il Pixel 2 XL di Google, che però utilizza uno Snapdragon 835, proprio come il Note 8.

Nel test Slingshot Extreme, che è uno di quelli più affidabili di 3DMark, il Galaxy Note 9 viene nuovamente superato. Questa volta ad avere la meglio è OnePlus 6, con un punteggio di 5,124, e al secondo posto troviamo invece iPhone X con 4,994. Il punteggio del Note 9 è di 4,639.

Il Galaxy Note 9 ha ottenuto un punteggio di 4,639, superando di poco il Galaxy S9+ (4,634). Tuttavia, OnePlus 6 con 8GB di RAM ha di gran lunga superato il Galaxy Note 9 con un punteggio di 5,124, e anche iPhone X ha fatto di meglio, con 4,994).

Il Galaxy Note 9 è andato invece meglio nei test relativi al display. Il pannello AMOLED del dispositivo ha registrato un ottimo 224% del gamut di colore sRGB, quindi molto meglio di iPhone X (128.6%). Inoltre, il Galaxy Note 9 ha emesso nel test 604 nit di luminosità, superando iPhone X (574 nit).

I risultati dei benchmark in questione non descrivono il Galaxy Note 9 come uno smartphone di qualità dubbia, anzi. Il nuovo phablet di Samsung darà sicuramente del filo da torcere alla concorrenza, potendo contare su caratteristiche che altri produttori non hanno ancora implementato in modo adeguato (come il supporto alla S Pen). È però interessante notare che iPhone X (presentato nel 2017) ottiene risultati migliori di uno smartphone di metà 2018.