L’iPhone XS Max ha uno schermo veramente grande. Rispetto al suo fratellino minore, siamo passati dai 5,8 pollici a 6,5 pollici. Appena si prova un Max lo schermo è in grado di spiazzarvi ma utilizzandolo al fianco di un iPhone XS, ho tratto una conclusione:

Lo schermo è grande ma visualizza quasi gli stessi contenuti!

Vi state chiedendo come sia possibile? In questo articolo cercherò di spiegarvelo.

L’iPhone XS Max non è soltanto più alto rispetto all’iPhone XS, è anche più largo. Di conseguenza le app, per continuare ad occupare tutta la larghezza dello schermo, sono costrette ad ingrandirsi. La maggior parte delle applicazioni (ed in questo articolo prenderò in considerazione soltanto quelle già ottimizzate) si utilizzano scorrendole soltanto verso il basso e verso l’alto perchè non presentano contenuti sulla destra rispetto alla zona inquadrata. Mi spiego meglio: pensate all’applicazione Foto ed al vostro Rullino Fotografico. Lo stile di iOS mostra 4 anteprime di immagini (quadrate) per ogni riga e farà lo stesso sia su XS che XS Max.

Essendo il Max più largo, le 4 anteprime vengono ingrandite ed adattate in larghezza (per arrivare a coprire tutto lo schermo). Di conseguenza cresce anche l’altezza di ogni quadratino ed il risultato è che su entrambi gli smartphone visualizzeremo quasi le stesse cose. Sul Max riusciamo a vedere soltanto 54 pixel in più in lunghezza rispetto a quello che viene “inquadrato” sull’iPhone X/XS.

Dei 252 pixel aggiuntivi del Max, soltanto 54 verranno utilizzati per mostrare contenuti in più. Tutto il resto verrà perso a causa dell’auto-resize dei contenuti che costringe il telefono ad effettuare un semplice ingrandimento.

  

Le tre immagini qui sopra mostrano prima un iPhone XS, poi un iPhone XS Max ed infine una linea rossa che evidenzia i contenuti aggiuntivi che riusciamo a visualizzare sul modello più grande rispetto all’altro. Lo scarto è davvero minimo in questo caso.

In App Store visualizziamo solo 176 pixel in più in altezza. Qui non abbiamo alcun vantaggio sulla larghezza nonostante i contenuti orizzontali disponibili.

  

In Meteo, l’iPhone XS Max mostra 198 pixel in più, sufficienti a mostrare altri due giorni di previsioni in una sola schermata. Non male!

  

In Safari raggiungiamo i 214 pixel di scarto e, solo su qualche sito, anche un po di margine in orizzontale.

 

Continuiamo con gli esempi. L’applicazione iMessage è ben ottimizzata. Qui lo scarto raggiunge il massimo: 252 pixel.

  

Comandi (all’interno della Galleria) è una delle poche app che sfrutta a pieno lo schermo dell’iPhone XS Max perchè, oltre a mostrare più contenuti in verticale, con uno scarto di 252 pixel (il massimo possibile), offre anche una maggiore campo visivo in orizzontale (86 pixel). Qui troviamo il massimo dei vantaggi in termini di contenuti visualizzabili sullo schermo.

 

Tutte le altre applicazioni hanno margini mediamente inferiori. In aggiunta, tante app dell’App Store non sono ancora state ottimizzate per XS Max e quando un’app non è ottimizzata visualizza zero pixel in più rispetto al modello più piccolo. Allarga semplicemente l’app e tutti i font (facendola apparire anche piuttosto sgraziata).

In conclusione

iPhone XS Max ha una risoluzione maggiore rispetto all’iPhone XS pari a 252 pixel in altezza e 117 pixel in larghezza, tuttavia, per come è realizzato iOS e l’interfaccia delle sue applicazioni, questi pixel aggiuntivi non sempre riusciranno a visualizzare contenuti aggiuntivi a tutti gli effetti. In quasi tutte le applicazioni vengono “sfruttati male” perchè non fanno altro che ingrandire la stessa porzione che vediamo su XS.

L’esempio più eclatante (in negativo) è il rullino fotografico ma ci sono tante altre app che funzionano in modo simile, oltre a tutte quelle non ancora ottimizzate.

L’iPhone XS Max riesce ad “inquadrare” quasi le stesse porzioni delle applicazioni senza sfruttare quasi mai tutti i pixel aggiuntivi in larghezza e sfruttando, solo a volte, quelli aggiuntivi in altezza.