5G in Italia: Vodafone e TIM ottengono le frequenze migliori, ma cosa cambia rispetto al 4G?

11/10/2018

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Negli scorsi giorni è terminata l’asta per l’assegnazione delle frequenze dedicate alla rete 5G in Italia. I lotti migliori sono stati presi da Vodafone e TIM, ma quello che in molti si stanno chiedendo è: quale sarà la differenza con l’attuale rete 5G?

Da tempo ormai si parla incessantemente della rete 5G, ancora in fase di sviluppo sia in Italia che in altri paesi del mondo. I primi smartphone dotati di un modem per questa rete arriveranno appena nel 2019, quindi prima di allora non potete sperimentare la qualità e velocità di questa nuova tecnologia. Anche le infrastrutture necessarie per il funzionamento del 5G non sono ancora pronte, infatti in Italia è appena terminata l’asta per l’assegnazione dei blocchi di frequenze. Le prime antenne pronte per gennaio 2019 supporteranno le frequenza da 3700 MHz e 26 GHZ, mentre la frequenza da 700 MHz arriverà appena a luglio 2022.

TIM e Vodafone si sono aggiudicate i blocchi di frequenze migliori, quelle da 700 MHz (utili per fornire la rete all’interno delle abitazioni), quelle da 3700 MHz (per migliorare la velocità della connessione) ed infine quelle da 26 GHz (per garantire un buon segnale anche in casi di sovrappopolamento in una determinata zona). Gli altri concorrenti come Wind, Tre e Iliad hanno comunque ottenuto parte delle frequenze, ma i lotti più preziosi sono stati acquisiti da TIM e Vodafone. Questo significa che al lancio della connettività 5G la migliore qualità della rete sarà in mano a questi due operatori, mentre gli altri avranno una rete inferiore.

Cosa cambia rispetto al 4G?

Come molti avranno già intuito, la rete 5G sarà più veloce e avrà dei tempi di risposta minori rispetto all’attuale rete 4G. La rete 4G ha una velocità pari ad un massimo di 1 Gbps. Con l’introduzione delle nuove frequenze 5G, la rete sarà 20 volte più veloce, arrivando quindi ad un picco di 20 Gbps. Allo stesso modo la latenza verrà ridotta ad 1 millisecondo. Questo significa che i tempi di risposta saranno praticamente immediati. In questo modo, oltre che a migliorare la velocità e i tempi d’attesa, verrà migliorata anche l’esperienza online come ad esempio nei videogiochi ed altre applicazioni che richiedono tempi di risposta bassi.

Negli scorsi giorni è terminata l’asta per l’assegnazione delle frequenze dedicate alla rete 5G in Italia. I lotti migliori sono…

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.