Non riguarda direttamente l’iPhone ma è una novità che coinvolge tutti coloro che utilizzano tanto gli smartphone, in particolare alcuni social network. Si tratta di una novità lanciata in Italia che potrebbe anche funzionare e diffondersi. Ne stanno parlando oggi in Radio, l’idea sembra assurda e farà sicuramente discutere, tuttavia è una trovata geniale. A Milano è possibile mangiare sushi -quasi- gratis in base al numero di followers su Instagram.

L’idea è dei fratelli padovani Matteo e Tommaso Pittarello. Presso il “This is not a sushi bar” di Via Lazzaro Papi 6 a Milano, dal 15 Ottobre si mangia e poi si paga con i follower.

Spieghiamoci meglio: Dopo aver ordinato la prima portata, i clienti potranno utilizzare l’arma segreta dei social per risparmiare. Mostrando il proprio profilo, chi ha da 1000 a 5 mila follower otterrà un secondo piatto gratuito, chi si trova tra i 5 mila ed i 10 mila ne avrà due. Fino a 50 mila follower si otterranno 4 piatti gratuiti, fino ai 100 mila si ottengono 8 piatti e a chi ne ha ancora di più verrà offerta l’intera cena.

Il punto forte di questa catena sta nelle consegne a domicilio, quindi non ci saranno grosse perdite.. tutt’altro. I fratelli Pittarello pensano che in questo modo le persone risulteranno stimolate in una maniera innovativa ed esclusiva e che quindi riusciranno ad ottenere più clienti.

Terminata la cena, ci si recherà in cassa dove lo store manager controllerà il post pubblicato su Instagram che dovrà contenere una foto scattata nel locale, il tag della pagina @thisisnotasushibar ed il relativo hashtag. In questa forma di pagamento sono esclusi soltanto una decina di piatti presenti sul menu e le bevande.

La pubblicità è ufficialmente entrata a far parte anche nelle nostre vite reali.