Molte banche hanno annunciato che Apple Pay sarà “presto” in arrivo in vari paesi europei.

Stranamente la banca online N26 ha cancellato il post Facebook in cui elencava cinque dei paesi coinvolti, ma il suo account Twitter ne ha confermato uno e ne ha annunciato un altro.

I paesi sono:

  • Austria
  • Estonia
  • Grecia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovacchia
  • Slovenia

Un lettore di MacRumors per primo ha prestato attenzione all’annuncio di N26:

“Presto in arrivo! N26 porterà Apple Pay, che sta trasformando i pagamenti mobile con un facile, sicuro riservato sistema di pagamento che è veloce e conveniente per i clienti di Estonia, Grecia, Portogallo, Slovacchia e Slovenia“.

Il profilo Twitter principale della banca ha annunciato l’Austria, mentre con un profilo minore ha fatto lo stesso per il Portogallo.

Anche la Erste Bank und Sparkasse ha confermato che supporterà Apple Pay in Austria.

Alla fine anche ING ha annunciato il suo coinvolgimento, in Romania, ma nessuna di queste dichiarazioni ha specificato una data.

Apple Pay è disponibile oggi in 18 paesi attraverso EMEA, col recente utlimo coinvolgimento di Repubblica Ceca e Arabia Saudita.

La grande notizia di questa settimana, per Apple Pay è certamente l’imminente arrivo della carta di credito Apple, che sarà lanciata in USA la prossima estate e probabilmente negli altri paesi più tardi.

La carta non avrà commissioni, interessi minori delle comuni carte di credito e sarà sicura. E’ stata pensata per una vita finanziaria più sana e si avvantaggerà dei dispositivi Apple. Abbonarsi è istantaneo ed è possibile farlo sull’app Wallet su iOS. La carta può essere utilizzata in tutto il mondo con i dispositivi Apple. E’ presente anche una nuova funzione chiamata “Daily Cash“, un sistema di cash back reward che offre il 2% per ogni transazione fatta con Apple Pay. Le percentuali guadagnate col reward sono depositate in un conto Apple dell’utente. Per gli acquisti di servizi e prodotti Apple il reward sale al 3%.

C’è stato grande interesse per la card nonostante gli opinionisti del settore l’abbiano definita un prodotto non eccezionale.

via 9to5mac