macOS

Rocket League: il gioco non sarà più supportato su macOS

Il supporto di "Rocket League" per macOS cesserà a marzo, ma alcune funzionalità continueranno a funzionare

Chi gioca a Rocket League tramite Steam su Mac, dovrà presto passare a Windows o rinunciare alla maggior parte delle funzionalità online. Gli sviluppatori hanno annunciato che il gioco non supporterà più macOS e Linux a partire da marzo.

PUBBLICITÀ

In un nuovo documento di supporto, Pysonix spiega semplicemente che il suo obiettivo è fornire la “migliore esperienza possibile” a tutti i giocatori, cosa impossibile se si vuole mantenere le versioni Mac e Linux di Rocket League:

Vogliamo che Rocket League sia la migliore esperienza possibile per tutti i nostri giocatori. Ciò include l’adattamento all’utilizzo di nuove tecnologie. Ciò ha reso più difficile supportare macOS e Linux (SteamOS). Per questo motivo, avremo una patch finale per queste versioni all’inizio di marzo.

Rocket League

Una volta rilasciata la patch finale per Rocket League su Mac a marzo, la versione non sarà più supportata. Saremo comunque in grado di scaricare e installare il gioco, ma “alcune funzionalità non funzioneranno come previsto“, afferma Pysnoix. Ciò include principalmente funzionalità online, come matchmaking online, tornei e partite private.

Queste funzionalità continueranno a funzionare su macOS e Linux, anche dopo la caduta del supporto:

  • Partite locali
  • Riproduzione a schermo diviso
  • Garage / Inventario (i tuoi articoli esistenti non verranno rimossi dal tuo inventario)
  • Statistiche di carriera
  • replay
  • Mappe di Steam Workshop (devono essere scaricate prima della patch finale)
  • Pacchetti di formazione personalizzati (devono essere scaricati prima della patch finale)
  • E, ultimo ma non meno importante, chi ha acquistato Rocket League per Mac con Steam, può scaricare la versione di Windows ed eseguirla nel Boot Camp.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button