PUBBLICITÀ
Apple

L’emergenza COVID-19 è rientrata in Cina: ricomincia la piena produzione di iPhone e AirPods

Il miglioramento della disponibilità dei principali prodotti Apple implica che i partner di approvvigionamento in Cina siano in gran parte tornati alla produzione regolare dopo che il COVID-19 ha costretto i fornitori a chiudere le fabbriche.

Secondo Gene Munster di Loup Ventures, i tempi di consegna di quattro prodotti chiave di Apple – iPhone 11 da 64 GB, iPhone 11 Pro da 64 GB, AirPods Pro e AirPods di seconda generazione – sono notevolmente migliorati nelle ultime due settimane.

Secondo l’azienda, che sta monitorando la disponibilità da metà febbraio, i tempi di spedizione dei due modelli di iPhone sono scesi dai 7 giorni del 4 marzo a soli 2 giorni. Anche per gli AirPods, i tempi di spedizione sono scesi da 10 a 7 giorni.

Sebbene Munster non sia in grado di collegare definitivamente i miglioramenti all’aumento dell’offerta, ritiene che i tempi di consegna più bassi siano in gran parte attribuiti a un riavvio della produzione cinese.

Apple sta ancora affrontando i problemi dovuti al COVID-19 e questa settimana ha chiuso tutti i negozi al di fuori della Grande Cina nel tentativo di ridurre al minimo la diffusione del virus. La società è stata anche costretta a riformattare la sua conferenza annuale mondiale per gli sviluppatori alla luce della pandemia, e la scorsa settimana ha annunciato che l’evento si terrà completamente online.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button