Notizie

Anche Amazon Prime ed Apple TV+ riducono la qualità dello streaming per salvaguardare internet

Per contrastare l'ingente richiesta dei servizi internet durante la pandemia da Coronavirus, molti servizi di streaming su richiesta della Commissione Europea stanno diminuendo i bitrate dello streaming. È il turno di Amazon Prime Video

Uno dopo l’altro tutti i servizi di streaming si stanno adeguando alla richiesta della Commissione Europea di ridurre la qualità dei contenuti in streaming sulle proprie piattaforme per salvaguardare la rete. Dopo Netflix e YouTube arriva il turno di Amazon Prime Video che si adegua alla richiesta del commissario Thierry Breton, diminuendo la qualità streaming per la durata di 30 giorni.

Un portavoce di Amazon Prime Video ha dichiarato:

Supportiamo la necessità di un’attenta gestione dei servizi di telecomunicazione per garantire che possano gestire la crescente domanda di Internet, con così tante persone a casa a tempo pieno a causa di Covid-19. Prime Video collabora con le autorità locali e i fornitori di servizi Internet laddove necessario per aiutare a mitigare qualsiasi congestione della rete, anche in Europa, dove abbiamo già iniziato gli sforzi per ridurre i bitrate di streaming mantenendo un’esperienza di streaming di qualità per i nostri clienti.

Sicuramente nei prossimi giorni anche altri servizi di streaming si adegueranno a questa richiesta riducendo la qualità dei propri servizi.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button