Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

AppleNotizie

La Francia contro Apple: le limitazioni di iOS impediscono di creare l’app di tracciamento COVID-19

Il paese sta lavorando per rilasciare un'app di tracciamento dei contatti per monitorare la diffusione di COVID-19, ma le funzionalità di sicurezza di iOS attualmente impediscono il funzionamento del software.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Secondo quanto riferito da Bloomberg, la Francia ha chiesto ad Apple di rimuovere una limitazione Bluetooth secondo cui sta ritardando il lancio dell’app progettata dal governo per la ricerca dei contatti per combattere il coronavirus.

iOS ha una limitazione che impedisce alle app, come quella su cui la Francia sta lavorando, di utilizzare il Bluetooth in background se i dati raccolti verranno trasferiti, che è una regola progettata per proteggere la privacy degli utenti. Con questa limitazione, un’app di tracciamento dei contatti è in grado di accedere a Bluetooth solo quando un iPhone è sbloccato e l’app è aperta.

Con l’obiettivo di rilasciare il suo software di tracciamento del coronavirus entro l’11 maggio, la Francia ha chiesto ad Apple di fare un’eccezione e revocare il protocollo di sicurezza, riferisce Bloomberg.

“Stiamo chiedendo ad Apple di sollevare l’ostacolo tecnico per consentirci di sviluppare una soluzione sovrana per la salute europea che sarà legata al nostro sistema sanitario”, ha dichiarato il ministro francese Digital Cedric O alla pubblicazione.

Un portavoce di Apple contattato da Bloomberg si è rifiutato di commentare, ma ha sottolineato la precedente dichiarazione della società sulla sua partnership con Google per una funzionalità di tracciamento dei contratti multipiattaforma.

Covid-19

Annunciato all’inizio di questo mese, il programma Apple-Google è una soluzione multipiattaforma che automatizza il processo di tracciamento dei contatti utilizzando segnali Bluetooth a corto raggio, database locali sicuri, identificatori di dispositivi anonimi e altre moderne tecnologie mobili.

“Tutti noi di Apple e Google crediamo che non ci sia mai stato un momento più importante in cui lavorare insieme per risolvere uno dei problemi più urgenti del mondo”, hanno affermato le società in una dichiarazione congiunta. “Attraverso una stretta cooperazione e collaborazione con sviluppatori, governi e fornitori di sanità pubblica, speriamo di sfruttare il potere della tecnologia per aiutare i paesi di tutto il mondo a rallentare la diffusione di COVID-19 e ad accelerare il ritorno della vita di tutti i giorni.”

La scorsa settimana Apple e Google hanno illustrato in dettaglio gli aspetti sulla privacy del progetto di tracciamento dei contatti.

La soluzione trarrà vantaggio da un’API decentralizzata che manterrà i dati degli utenti sui loro smartphone anziché consentire ai governi di creare un database di contatti centralizzato. La Francia e l’Unione europea stanno spingendo affinché i dati vengano inviati a un server centrale gestito dai servizi sanitari statali.

A maggio, le due società rilasceranno l’API che consentirà l’interoperabilità tra dispositivi Android e iOS utilizzando app delle autorità sanitarie pubbliche, mentre più avanti nel corso dell’anno sarà resa disponibile una piattaforma di tracciamento dei contatti basata su Bluetooth più ampia a livello di sistema operativo.

Il governo del Regno Unito ha riscontrato un problema simile con Apple nello sviluppo della propria app per il tracciamento dei contatti poiché anche lui voleva utilizzare il Bluetooth in background per scopi di monitoraggio.

Il parlamento francese discuterà del futuro della sua app di tracciamento dei contatti interna il 28 aprile.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.