CuriositàiCloud

Apple assume alcuni dei migliori talenti del cloud computing

Apple è stata per anni considerata un pò arretrata nella comunità delle infrastrutture tecnologiche, molto indietro rispetto ad aziende come AWS, Microsoft, Google, Facebook e Netflix.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Secondo un nuovo rapporto, negli ultimi mesi Apple ha assunto diversi ingegneri software famosi con esperienza nel cloud computing.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


La gamma di dipendenti che il produttore di iPhone ha assunto ha creato “scalpore nella comunità cloud affiatata“, ed è un segno che la società sta forse progettando di costruire una seria infrastruttura cloud per competere con Amazon, Microsoft e Google.

I dipendenti hanno esperienza in containers e Kubernetes. Michael Crosby, ad esempio, noto come uno degli ingegneri dei container come esistono oggi, è entrato in Apple nel 2020. Arun Gupta, che ha lavorato presso Amazon Web Services, è entrato a far parte del team del colosso di Cupertino a febbraio e sta guidando gli sforzi open source della società.

Anche un altro ex dipendente AWS che ha lavorato ai servizi di container gestiti, Maksym Pavlenko, è passato al colosso di Cupertino. Francesc Campoy, un ex dipendente di Google, è ora alla Apple e lavora su Kubernetes, una piattaforma di orchestrazione di container open source che consente di gestire applicazioni containerizzate su host.

La società ha inoltre elencato diverse offerte di lavoro che suggeriscono che sta lavorando a nuovi strumenti per i suoi team di sviluppo software interni.

La società ha già un’enorme piattaforma basata su cloud che comprende iCloud, App Store, Apple TV +, Apple Music e altro, ma non è all’altezza della tecnologia cloud utilizzata da aziende come Amazon, Microsoft, Google, Facebook e Netflix.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Nel 2018 Apple ha annunciato l’intenzione di investire 10 miliardi di dollari nella costruzione di data center e, nel 2019, è entrata a far parte della Cloud Native Computing Foundation che ospita Kubernetes e container.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.