AppleNotizie

Apple incoraggia Luxshare ad investire nella produzione di iPhone

Apple incoraggia il produttore cinese di AirPods a investire nella fornitura di iPhone e MacBook.

Secondo un rapporto di Nikkei, Apple sta incoraggiando Luxshare, partner di lunga data della catena di fornitura, ad espandere la propria attività e invadere il territorio di Foxconn.

Al momento, Luxshare produce principalmente Apple AirPods ma sta studiano l’acquisizione di Catcher, l’azienda che produce scocche in metallo per iPhone, iPad e Mac.

Nikkei afferma che Apple è entusiasta del fatto che Luxshare continui a far crescere la propria attività poiché ritiene che possa diventare un concorrente valido per Foxconn e Pegatron.

Per Apple, la diversificazione dei fornitori dà loro accesso a componenti di migliore qualità a prezzi più bassi. Aiuta anche a ridurre il rischio se un fornitore incontra difficoltà. La maggior parte dei componenti dell’iPhone proviene da più società, sebbene vi siano eccezioni come i chip della serie A prodotti esclusivamente da TSMC.

Un’area in cui la catena di approvvigionamento esercita ancora molta energia è l’assemblaggio finale. Foxconn domina questo mercato, seguito da Pegatron in misura minore. Il business di Foxconn è salito alle stelle nell’ultimo decennio in quanto ha beneficiato della crescita esplosiva di iPhone. Se esistessero più società di assemblaggio, Apple potrebbe negoziare prezzi migliori e migliorare i propri margini.

Se Luxshare procede con l’investimento in Catcher e poi continua a diventare un fornitore in grado di assemblare l’intero dispositivo, rimane un mistero. Rappresenta naturalmente un grosso rischio per l’azienda. Mentre Foxconn ha beneficiato notevolmente degli ultimi dieci anni di crescita di Apple, rimane incerto se un altro enorme aumento delle vendite di dispositivi è all’orizzonte.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button