Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Curiosità

Le spedizioni di dispositivi indossabili rallenteranno quest’anno, ecco perché

A causa del Coronavirus, le spedizioni globali di dispositivi indossabili registreranno un brusco rallentamento quest'anno.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

La crescita dei dispositivi indossabili dovrebbe rallentare notevolmente quest’anno per tre motivi, tutti correlati al coronavirus.

In primo luogo, c’è probabilmente meno bisogno di cose come gli smartwatch mentre le persone sono bloccate a casa. La funzionalità di fitness è meno rilevante quando le palestre sono chiuse e molte persone non sono in grado di allenarsi come prima.

Ci sono anche meno vantaggi in cose come le notifiche di Apple Watch quando le persone sono a casa, poiché il telefono è sempre a portata di mano.

In secondo luogo, alcuni hanno perso il lavoro o hanno un reddito inferiore, il che significa un minor numero di persone disposte ad acquistare prodotti tecnologici.

In terzo luogo, anche coloro che continuano a guadagnare il loro intero stipendio sono comunque incerti per il loro futuro finanziario e scelgono di risparmiare denaro piuttosto che spenderlo in lussi.

Apple watch

La ricerca ABI ritiene che l’impatto combinato rallenterà la crescita dei dispositivi indossabili a solo il 5% quest’anno, rispetto al 28% dell’anno scorso.

Le spedizioni di dispositivi indossabili stimate per il 2020 a 254 milioni, in calo rispetto ai 281 milioni precedentemente previsti, afferma ABI Research, una società di consulenza nel mercato tecnologico globale. Nonostante il calo significativo, si registra un piccolo rispetto ai 241 milioni di dispositivi spediti nel 2019.

“Mentre quest’anno i dispositivi indossabili vedranno un numero inferiore di spedizioni rispetto a quanto inizialmente previsto, le spedizioni di dispositivi in grado di tracciare e monitorare i dati relativi all’assistenza sanitaria hanno ridotto l’impatto”, afferma Stephanie Tomsett, analista di ricerca presso ABI Research. “I dispositivi indossabili sanitari sono già in uso per aiutare la progressione di COVID-19 e monitorare i pazienti in remoto.”

Le cose potrebbero migliorare il prossimo anno man mano che l’economia si riprenderà lentamente e ci sarà una maggiore attenzione dei consumatori sulla salute.

Molti dispositivi, come quelli di Apple, Samsung, Fitbit, Withings e Oppo, offrono o dovrebbero offrire presto funzionalità di monitoraggio avanzate come il monitoraggio ECG, il rilevamento dell’apnea notturna, il rilevamento delle aritmie e il monitoraggio dell’ossigeno nel sangue. L’incorporazione di queste funzionalità nei dispositivi, in particolare gli smartwatch, che hanno già molte altre funzionalità, consente agli utenti di utilizzare un solo dispositivo anziché più dispositivi per scopi diversi.

“La pandemia COVID-19 ha portato una maggiore consapevolezza della salute a tutte le persone in tutto il mondo. I dispositivi indossabili con funzionalità avanzate di monitoraggio della salute inizieranno a sostenere il mercato dei dispositivi indossabili nella seconda metà del 2020 e apriranno la strada a 289 milioni di spedizioni entro il 2021 e 329 milioni entro il 2022 mentre il mondo si riprenderà dalla pandemia ”, conclude Tomsett.

Apple, domina ancora il mercato dei dispositivi indossabili, ed un recente rapporto stima che la società di Cupertino detiene una quota di mercato del 29,3%, molto più grande di qualsiasi altro marchio.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.