Notizie

Christie Smith, vice presidente per l’inclusione e la diversità di Apple, lascia l’azienda

Il capo delle iniziative di diversificazione aziendale di Apple, Christie Smith, ha lasciato il suo incarico questa settimana dopo aver ricoperto il ruolo dalla fine del 2017.

Il vicepresidente per l’inclusione e la diversità di Apple ha lasciato l’azienda dopo due anni e mezzo di servizio. Christie Smith ha lavorato con l’SVP di vendita al dettaglio di Apple e People, Deirdre O’Brien.

La partenza di Smith è stata segnalata da Bloomberg e confermata da Apple. La sua partenza era stata pianificata da un paio di mesi e ieri è stato il suo utilizzo giorno.

“Inclusione e diversità sono i valori fondamentali di Apple e crediamo profondamente che i team più diversi siano i team più innovativi”, ha affermato Apple. “Christie Smith lascerà Apple per trascorrere più tempo con la sua famiglia e le auguriamo ogni bene. Il nostro team di inclusione e diversità continua a riferire direttamente a Deirdre O’Brien nel team esecutivo.”

Il gigante della tecnologia non ha ancora nominato un sostituto o chiarito se la posizione rimarrà vacante.

Christie Smith è stata solo la seconda persona nella storia di Apple a ricoprire il ruolo di vice presidente per l’inclusione e la diversità. Ha preso il posto di Denise Young Smith, la prima dirigente della società a ricoprire l’incarico, nel novembre 2017. All’epoca, il ruolo era descritto come un “significativo miglioramento” quando si trattava dei tentativi di Apple di promuovere la diversità e l’inclusione.

La notizia della partenza arriva durante un periodo di grandi manifestazioni negli Stati Uniti, e in tuto il mondo, sull’uguaglianza razziale e l’ingiustizia, specialmente per quanto riguarda la comunità nera. Apple promuove sistematicamente iniziative interne progettate per rafforzare la diversità aziendale attraverso pratiche di assunzione progressiva, formazione e sensibilizzazione, sebbene la maggioranza dei dirigenti e del vertice dell’azienda siano bianchi.

La scorsa settimana, il CEO Tim Cook ha risposto alle proteste in corso scatenate dalla morte di George Floyd e ha annunciato un’iniziativa da 100 milioni di dollari per sostenere l’equità razziale e la giustizia in tutto il mondo.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!