Notizie

Phil Schiller: Apple non cambierà la decisione sull’app di posta “Hey”

In un'intervista, Phil Schiller ha dichiarato che la società non ha intenzione di cambiare idea sull'app Hey di Basecamp, affermando che il software deve essere conforme a tutte le linee guida dell'App Store.

Apple non ha in programma di modificare le regole dell’App Store per adattarsi all’app di posta elettronicaHey” che è al centro di un’importante discussione sulle tariffe e le regole dell’App Store, ha dichiarato a TechCrunch il capo del marketing di Apple Phil Schiller.

PUBBLICITÀ

Schiller afferma che ci sono “molte cose” che gli sviluppatori di Hey potrebbero fare per far funzionare l’app all’interno delle regole esistenti dell’App Store.

Hey, un’app di posta elettronica creata dal team che ha sviluppato Basecamp ed ha un prezzo di 99 dollari all’anno. Gli abbonamenti per il servizio devono essere acquistati sul sito Web dell’azienda e non sono offerti come acquisti in-app perché gli sviluppatori di Hey non vogliono “regalare” il 30 percento ad Apple.

L’attuale versione dell’app non offre acquisti in-app e nessuna opzione di iscrizione. L’app si apre direttamente ad una schermata di accesso che comunica agli utenti che non possono iscriversi al servizio nell’app. Poiché Apple non consente collegamenti esterni che si sovrappongono alle sue opzioni di acquisto in-app, Hey non offre alcun collegamento al sito Web in cui gli utenti possono registrarsi.

Schiller afferma che questa non è un’esperienza app ideale per gli utenti.

“Scarica l’app e non funziona, non è quello che vogliamo nello store”, afferma Schiller. Questo, è il motivo per cui Apple richiede acquisti in-app.

Apple ha una regola che richiede alle app che offrono abbonamenti e opzioni di acquisto sul Web, di fornire anche acquisti in-app in modo che gli utenti possano registrarsi direttamente su un iPhone o un iPad, ma la società fa un’eccezione per alcune app.

Netflix e Spotify, ad esempio, hanno app in ‌App Store‌ in cui gli utenti non possono registrarsi ai loro servizi tramite l’app stessa e devono già avere un account esistente. Hey voleva usare la stessa eccezione che Apple concede ad app che visualizzano contenuti esterni come musica, libri e film, ma Schiller afferma che Hey non ha la qualità di app “Reader“.

“Non abbiamo esteso queste eccezioni a tutti i software”, ha affermato Schiller. “L’email non è e non è mai stata un’eccezione inclusa in questa regola.”

Secondo Schiller, Apple ha commesso un errore nell’approvazione della versione originale dell’app Hey e avrebbe dovuto respingere fin da subito l’app. Apple ha effettivamente rifiutato l’app di Hey per Mac App Store, ma non l’app per iOS.

PUBBLICITÀ

Schiller ha affermato che gli sviluppatori di Hey hanno una serie di opzioni per conformarsi alle regole di Apple per rimanere in ‌App Store‌, come addebitare prezzi diversi nell’app e sul Web o offrire una versione gratuita con funzioni a pagamento aggiuntive che possono essere acquistate tramite il loro sito web.

Il colosso di Cupertino ha inoltre fornito a TechCrunch una copia della lettera inviata al team di Hey, che illustra le regole che ha violato e spiega che Apple è felice di fornire una piattaforma per il team per distribuire app gratuitamente, purché rispetti le regole.

“Grazie per essere uno sviluppatore di app iOS. Comprendiamo che Basecamp ha sviluppato una serie di app e molte versioni successive per ‌App Store‌ per molti anni e che ‌App Store‌ ha distribuito milioni di queste app agli utenti iOS. Queste app non offrono acquisti in-app e, di conseguenza, negli ultimi otto anni non hanno contribuito alle entrate di ‌App Store‌. Siamo lieti di continuare a supportarti nella tua attività di app e offrirti le soluzioni per fornire i tuoi servizi gratuitamente – fintanto che segui e rispetti le stesse Linee guida e termini di revisione ‌App Store‌ che tutti gli sviluppatori devono seguire. “

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button