Curiosità

L’app di posta elettronica “Hey” è stata rimossa dall’App Store

Hey.com ha dichiarato che "Apple si comporta come un gangster rifiutando i nostri aggiornamenti".

Apple sta minacciando di rimuovere Hey.com dall’App Store se l’ambizioso nuovo servizio di posta elettronica non inizia a offrire un abbonamento in-app.

David Heinemeier Hansson, CTO di Basecamp, ha affermato che Apple si comporta come un “gangster“, respingendo un aggiornamento per la correzione di bug e chiedendo alla società di impegnarsi ad aggiungere un abbonamento in-app per impedirne la rimozione. 

“Sono rimasto sorpreso da quanto sfacciata fosse quella minaccia”, ha detto Heinemeier Hansson a The Verge. “Pensavo che avrebbero nascosto le minacce in eufemismi o qualcosa del genere. Ma è stata abbastanza chiara.”

In un’e-mail a The Verge, Apple ha affermato che richiede a tutti gli sviluppatori di seguire rigide linee guida sui modelli di business. La società ha rifiutato di commentare specificamente Hey, ma ha affermato che le linee guida per la revisione di App Store richiedono un’opzione di acquisto in-app se un’applicazione vuole offrire l’accesso ai contenuti acquistati su un’altra piattaforma. 

La notizia arriva lo stesso giorno in cui l’Unione Europea ha aperto un’indagine sull’App Store e sulle pratiche di Apple Pay .

Hey è un nuovo servizio di posta elettronica offre un’alternativa a Gmail per 99 dollari all’anno. Per continuare ad utilizzare l’app su iOS, è necessario registrarsi tramite il sito Web dell’azienda. Apple ha inizialmente approvato l’app venerdì, secondo Heinemeier Hansson, ma dopo aver esaminato un aggiornamento per la correzione di bug, ha respinto l’app per non aver incluso un’opzione per registrarsi all’interno dell’app stessa. 

Apple percepisce il 30 percento delle entrate derivanti gli acquisti e gli abbonamenti in-app, quindi gli sviluppatori cercano di evitare di far iscrivere gli utenti all’interno della propria app ogni volta che è possibile per evitare la tassa. Netflix ha smesso di offrire abbonamenti in-app su iOS nel 2018 e Spotify addebita un supplemento per compensare le entrate perse.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!