Mac

Apple silicon, la società annuncia la transizione dei Mac ai chip ARM

Gli sviluppatori possono iniziare a creare app oggi e il primo sistema verrà spedito entro la fine dell'anno, iniziando una transizione della durata di due anni

In una giornata storica per il Mac, oggi Apple ha annunciato che passerà dai processori Intel al suo silicio personalizzato di livello mondiale per offrire prestazioni leader del settore e nuove potenti tecnologie ai suoi Mac.

Gli sviluppatori possono ora iniziare ad aggiornare le loro app per sfruttare le funzionalità avanzate dell’Apple silicon sul Mac. Questa transizione stabilirà anche un’architettura comune su tutti i prodotti Apple, rendendo molto più facile per gli sviluppatori scrivere e ottimizzare le loro app per l’intero ecosistema.

Apple ha anche introdotto macOS Big Sur, la prossima versione principale di macOS, che offre il suo più grande aggiornamento in oltre un decennio e include tecnologie che garantiranno una transizione fluida e senza soluzione di continuità all’Apple silicon.

Gli sviluppatori possono facilmente convertire le loro app esistenti per l’esecuzione su Apple silicon, sfruttando le sue potenti tecnologie e prestazioni. E per la prima volta, gli sviluppatori possono rendere le loro app iOS e iPadOS disponibili sul Mac senza alcuna modifica.

Per aiutare gli sviluppatori a iniziare con il silicio Apple, la società sta anche lanciando il Programma di avvio rapido per l’app universale, che fornisce accesso alla documentazione, supporto ai forum, versioni beta di macOS Big Sur e Xcode 12 e l’uso limitato di un Developer Transition Kit ( DTK), un sistema di sviluppo per Mac basato sull’A12Z Bionic System on a Chip (SoC) di Apple.

Gli sviluppatori possono fare domanda per il programma su developer.apple.com e il costo totale del programma è di 539 €.

Apple prevede di spedire il primo Mac con Apple silicon entro la fine dell’anno e completare la transizione in circa due anni. Apple continuerà a supportare e rilasciare nuove versioni di macOS per Mac basati su Intel per gli anni a venire e ha interessanti nuovi Mac basati su Intel in fase di sviluppo. Il passaggio al silicio Apple rappresenta il salto più grande di sempre per il Mac.

“Fin dall’inizio, il Mac ha sempre abbracciato grandi cambiamenti per rimanere all’avanguardia del personal computer. Oggi stiamo annunciando la nostra transizione al silicio Apple, rendendolo un giorno storico per il Mac “, ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. “Con le sue potenti funzionalità e prestazioni leader del settore, Apple silicon renderà il Mac più forte e più capace che mai. Non sono mai stato più entusiasta del futuro del Mac “.

Famiglia di SoC per Mac per offrire nuove potenti funzionalità e prestazioni eccellenti

Da oltre un decennio, il team di progettazione di silicio di classe mondiale di Apple ha sviluppato e perfezionato SoC Apple. Il risultato è un’architettura scalabile progettata su misura per iPhone, iPad e Apple Watch che guida l’industria per caratteristiche e prestazioni uniche per watt e le rende le migliori della categoria. Basandosi su questa architettura, Apple sta progettando una famiglia di SoC per Mac.

Ciò fornirà prestazioni leader del settore per watt e GPU con prestazioni più elevate, consentendo agli sviluppatori di scrivere app professionali e giochi di fascia alta ancora più potenti. E l’accesso a tecnologie come Neural Engine renderà il Mac una piattaforma straordinaria per gli sviluppatori di utilizzare l’apprendimento automatico. Ciò creerà anche un’architettura comune su tutti i prodotti Apple, rendendo molto più semplice per gli sviluppatori la scrittura e l’ottimizzazione del software per l’intero ecosistema Apple.

macOS Big Sur consente la transizione ad Apple Silicon

In macOS Big Sur, Apple offre una gamma di tecnologie per rendere la transizione ad Apple Silicon fluida e senza interruzioni. Con tutto ciò che è integrato in Xcode 12, come compilatori nativi, editor e strumenti di debug, la maggior parte degli sviluppatori sarà in grado di far funzionare le proprie app in pochi giorni.

Utilizzando i binari dell’applicazione Universal 2, gli sviluppatori saranno in grado di creare facilmente un’unica app che attinge alla potenza e alle prestazioni native dei nuovi Mac con il silicio Apple, pur supportando i Mac basati su Intel. Con la tecnologia di traduzione di Rosetta 2, gli utenti saranno in grado di eseguire app Mac esistenti che non sono state ancora aggiornate, comprese quelle con plug-in. La tecnologia di virtualizzazione consente agli utenti di eseguire Linux. Gli sviluppatori possono anche rendere le loro app iOS e iPadOS disponibili sul Mac senza alcuna modifica.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!