PUBBLICITÀ
Notizie

Apple chiude nuovamente alcuni Store in Australia a causa del Covid-19

La società, questa settimana, richiuderà almeno quattro Apple Store a Melbourne, in Australia, a causa di un nuovo focolaio nel paese

Mercoledì, il colosso di Cupertino ha aggiornato il suo sito web australiano per informare i clienti sulle nuove informazioni relative alla chiusura dei negozi nello stato di Victoria.

Dopo aver lavorato con un orario limitato, a partire da oggi, Apple Chadstone, Apple Southland, Apple Doncaster e Apple Fountain Gate chiuderanno nuovamente le porte in conformità con i protocolli di blocco “stage 3” applicati dal premier vittoriano Daniel Andrews.

Le quattro sedi del centro commerciale si uniscono all’Apple Store di Melbourne, Apple Highpoint, che è stato temporaneamente chiuso la scorsa settimana.

Nelle ultime due settimane, lo stato di Victoria ha registrato un picco nei casi di coronavirus, con test positivi che hanno raggiunto 191 casi. Questa tendenza al rialzo, ha spinto Andrews a reintegrare un rigoroso blocco di sei settimane che entrerà in vigore dalle 23:59 di oggi, mercoledì 8 Luglio.

I cittadini nella capitale di Melbourne, così come quelli che vivono in altre aree densamente popolate, dovranno affrontare un nuovo lockdown, e potranno spostarsi solamente per lo shopping di cibo e oggetti essenziali, assistenza, esercizio quotidiano, lavoro e studio.

I centri commerciali e i rivenditori selezionati possono rimanere aperti se seguono le linee guida sull’occupazione, anche se sembra che Apple stia ancora una volta adottando un approccio conservativo.

Il produttore di iPhone sta seguendo procedure simili negli Stati Uniti, dove la diffusione dilagante del virus ha costretto la società a chiudere nuovamente 80 negozi in 14 stati.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button