Notizie

Apple mette in guardia la Casa Bianca: “se bannate WeChat ci saranno gravi conseguenze”

Le aziende statunitensi, le cui fortune sono legate alla Cina, stanno respingendo i piani dell'amministrazione Trump di limitare le transazioni commerciali che coinvolgono l'app WeChat di Tencent.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Apple è una delle tante società statunitensi che questa settimana ha messo in guardia l’amministrazione Trump sulle implicazioni del divieto di WeChat dalle loro piattaforme.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Disney, Ford, Intel, Morgan Stanley, UPS e Walmart sono stati anche tra coloro che hanno informato la Casa Bianca che le conseguenze per le aziende statunitensi potrebbero essere “gravi“.

Dal rapporto del WSJ:

Le aziende statunitensi, le cui fortune sono legate alla Cina, stanno respingendo i piani dell’amministrazione Trump di limitare le transazioni commerciali che coinvolgono l’app WeChat di Tencent, affermando che potrebbe minare la loro competitività nella seconda economia più grande del mondo.

Martedì, più di una dozzina delle principali multinazionali statunitensi ha espresso preoccupazione in una chiamata con i funzionari della Casa Bianca in merito alla portata e all’impatto potenzialmente ampi dell’ordine esecutivo di Trump contro WeChat, che entrerà in vigore alla fine del mese prossimo.

Trump ha firmato un ordine esecutivo la scorsa settimana, vietando le transazioni con le società cinesi dietro le app TikTok e WeChat.

Trump vuole vietare app e servizi con sede in Cina, come nel caso di TikTok di ByteDance e WeChat di Tencent. Giovedì ha firmato un ordine esecutivo che vieta non solo queste due app negli Stati Uniti, ma anche qualsiasi transazione con le società madri. Entrambi gli ordini entreranno in vigore tra 45 giorni.

Una delle questioni sollevate durante la chiamata è che l’ambito dell’ordine non è del tutto chiaro. Si applica solo negli Stati Uniti o in tutto il mondo, compresa la Cina? In quest’ultimo caso, potrebbe essere devastante per Apple. Il noto analista Ming-Chi Kuo, alcuni giorni fa, ha affermato che se WeChat verrà bannato, le spedizioni di iPhone diminuiranno del 30%.

La ragione di ciò è che, in Cina, WeChat è tutto. Non è esagerato affermare che le implicazioni del divieto di WeChat dall’App Store in tutto il mondo significherebbero uccidere completamente le vendite di iPhone in Cina.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


WeChat non è solo un servizio di messaggistica: è fondamentalmente un intero sistema operativo. Il cinese medio prende il telefono e apre immediatamente WeChat. Praticamente tutto il resto che fanno accade all’interno di questa singola app.

Un iPhone senza WeChat è essenzialmente inutile in Cina. Nessuno lo vorrebbe, nessuno lo comprerebbe.

Un’altra preoccupazione è la ritorsione cinese contro le società statunitensi, con Apple come probabile obiettivo:

Il ministero degli Esteri cinese ha reagito con rabbia alle restrizioni statunitensi sull’uso di WeChat e TikTok, dicendo che Washington sta “attuando manipolazioni e repressioni politiche”.

Secondo un sondaggio pubblicato martedì dall’US-China Business Council, l’86% di oltre 100 aziende associate riferisce che le tensioni bilaterali hanno causato la perdita di vendite o hanno comunque avuto un impatto sulle loro attività in Cina. “Siamo stati esclusi da alcune offerte perché siamo una società statunitense”, afferma il rapporto.

La Casa Bianca non ha ancora affrontato i punti sollevati dalle società americane, ma c’è ancora tempo per una ‘precisazione‘ che limiterebbe l’ordine alle transazioni all’interno degli Usa. Ciò consentirebbe di ridurre sostanzialmente l’impatto dell’ordine senza che Trump perda la faccia. Apple spera sicuramente che questo sia ciò che accadrà.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.