Notizie

Spotify si unisce a Epic Games nella battaglia contro le commissioni dell’App Store

Il colosso dello streaming musicale, si schiera con Epic Games nella sua battaglia contro le commissioni del 30% dell'App Store.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Spotify, che in passato ha affrontato Apple  per le politiche e alle tariffe dell’App Store, ha commentato la lotta di Epic Games con il colosso di Cupertino per la rimozione di Fortnite dallo store.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Non sorprende che Spotify si sia schierato con Epic Games, sostenendo la decisione di Epic di “prendere posizione contro Apple“. Da una dichiarazione fornita a Peter Kafka di Recode :

Plaudiamo alla decisione di Epic Games di prendere posizione contro Apple e gettare ulteriore luce sull’abuso da parte della società sulla sua posizione dominante. Le pratiche sleali di Apple hanno svantaggiato i concorrenti e privato i consumatori per troppo tempo. La posta in gioco per i consumatori e gli sviluppatori di app, grandi e piccoli, non potrebbe essere più alta e garantire che la piattaforma iOS funzioni in modo competitivo ed equo. 

La lotta tra Apple ed Epic Games si è accesa rapidamente nella giornata di ieri, dopo che Epic ha aggiunto una funzionalità a Fortnite che consentiva ai giocatori di acquistare V-Bucks nell’app con un pagamento diretto che aggirava le regole dell’App Store, le quali vietavano agli sviluppatori di accettare pagamenti al di fuori del sistema di acquisto in-app.

Si è rivelato essere un cambiamento pianificato che ha suscitato una rapida risposta da parte di Apple. Ore dopo l’aggiunta dell’opzione di pagamento diretto, il colosso di Cupertino ha rimosso l’app Fortnite dall’App Store di iOS.

Subito dopo la rimozione, Epic ha annunciato  una causa pre-preparata contro Apple, accusando il produttore di iPhone di essere un “colosso che cerca di controllare i mercati, bloccare la concorrenza e soffocare l’innovazione” e imporre “restrizioni anticoncorrenziali” e utilizzare “pratiche monopolistiche nei mercati” contro gli sviluppatori dell’App Store.

Epic Games, ha anche condiviso un cortometraggio “Nighteen Eighty-Fortnite” come parte della sua rapida e potente campagna di pubbliche relazioni contro Apple. Il video, disponibile su YouTube e nel gioco Fortnite, è basato sull’iconica pubblicità di Apple del 1984 e invita i giocatori di Fortnite ad “unirsi alla lotta per impedire che il 2020 diventi 1984“.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Quando l’app Fortnite è stata rimossa dall ‘‌App Store‌, Apple, in una dichiarazione a MacRumors, ha affermato che Epic “ha beneficiato dell’ecosistema dell ‘‌App Store‌” e dei suoi strumenti, test e distribuzione e che le linee guida di Apple “creano condizioni di parità per tutti sviluppatori e rendere il negozio sicuro per tutti gli utenti“.

Anche Apple e Spotify hanno avuto controversie pubbliche in passato, con la piattaforma di streaming musicale che ha lanciato una denuncia contro Apple con la Commissione europea nel 2019. Spotify è stato a lungo insoddisfatto del taglio dal 15 al 30 percento che la società prende dagli abbonamenti.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.