Notizie

Apple vs Epic Games: Apple si affida allo studio legale Gibson Dunn

Apple si rivolge ancora una volta agli avvocati di Gibson Dunn nel tentativo di respingere una causa privata antitrust promossa da Epic Games.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Secondo un verbale del tribunale depositato elettronicamente presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California, Apple è rappresentata da Daniel G. Swanson e Richard J. Doren nella causa contro Epic Games.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Swanson è una figura di spicco nell’Antitrust and Competition Practice Group di Gibson Dunn & Crutcher, mentre Doren è un membro del comitato esecutivo dell’azienda.

Come notato da FOSS Patents, Gibson Dunn rappresenta spesso Apple e le parti interessate in tribunale, inclusi casi di alto profilo come Apple contro Samsung e la battaglia per le licenze di brevetto Apple contro Qualcomm.  È interessante notare che la stessa azienda che ha rappresentato Qualcomm nella controversia ora risolta, adesso si schiera contro Apple come consulente di Epic Games.

Epic la scorsa settimana ha spinto Apple a rimuovere il popolare gioco di battle royale Fortnite dall’App Store pubblicando un aggiornamento che includeva un’opzione di pagamento diretto.

Bypassare i meccanismi di transazione in-app è una chiara violazione sia dell’App Store che del Google Play Store, e in risposta i giganti della tecnologia hanno rimosso il titolo dai rispettivi store.

Lunedì, Apple ha riferito che chiuderà l’account sviluppatore di Epic entro il 28 agosto se l’azienda non si conformerà con le linee guida dell’App Store.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


La mossa avrebbe un impatto sull’accesso di Epic agli SDK, il che significa che l’Unreal Engine dell’azienda sarebbe anche reso inutilizzabile per centinaia di app iOS e Mac di terze parti che si basano sul software per funzionare. Epic in risposta ha richiesto un ordine restrittivo temporaneo per impedire ad Apple effettuare tale mossa.

Florian Mueller di FOSS Patents, fa notare che ad Epic potrebbe essere chiesto di spiegare perché un aspetto della causa contro Apple, in particolare la disponibilità dell’App Store, non viene perseguito anche nel suo caso contro Google.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.