App Store

Uno sviluppatore convince Apple a cambiare una regola dell’App Store sugli abbonamenti

Uno sviluppatore di un’app VPN è riuscito con successo a sfidare le linee guida dell’App Store che regolano il processo di revisione delle app, consentendogli di offrire un abbonamento giornaliero che in genere non è consentito dalle regole di Apple.

Durante la WWDC 2020, Apple ha rivelato un’importante modifica al processo di revisione delle app e degli aggiornamenti inviati all’App Store, consentendo agli sviluppatori di contestare le linee guida nei casi in cui le app vengono rifiutate.

Il 14 agosto, il fondatore di Guardian VPN Will Strafach ha dichiarato che Apple aveva rifiutato gli aggiornamenti dell’app per la presenza della funzione Day Pass. La regola specifica che veniva violata era la 3.1.2 (a), la quale prevede che un abbonamento con rinnovo automatico deve durare almeno sette giorni, periodo di tempo molto più lungo rispetto alle 24 ore offerte dal pass giornaliero dell’app.

Alcuni giorni dopo, lo sviluppatore ha riferito che ha contestato la suddetta regola e successivamente la sua app è stata approvata da Apple con annessa funzione Day Pass.

“Sono abbastanza impressionato dal fatto che questa nuova capacità di sfidare e modificare le linee guida dell’App Store sia autentica e il tempo di risposta rapido”, ha detto Strafach.

Cosa ne pensate?

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button