Notizie

Ridley Scott commenta la parodia della sua pubblicità del 1984 di Epic Games

Il regista dell'iconica pubblicità dell'Apple Macintosh "1984", afferma che Epic avrebbe potuto utilizzare il video come mezzo per trasmettere un messaggio più forte.

Ridley Scott, regista dell’iconica pubblicità dell’Apple Macintosh “1984“, ha commentato la recente parodia della sua pubblicità da parte di Epic Games.

Quando Epic Games ha lanciato la sua campagna contro Apple sulle presunte politiche anticoncorrenziali dell’App Store, ha presentato in anteprima un remake del famoso spot di Apple mandato in onda durante il Super Bowl 18 diretto da Ridley Scott, intitolato “Nineteen Eighty-Fortnite“.

Lo spot originale era basato sul romanzo “1984” di George Orwell ed era un chiaro riferimento a come Apple, nell’idea di Jobs, si dovesse elevare ad unica forza minore in grado di contrastare il predominio dei dispensatori di cattive tecnologie rappresentati nello spot con l’immagine del “Grande Fratello” di Orwell, un chiaro riferimento a IBM.

Sebbene l’annuncio della società descriveva IBM come il malvagio “Grande Fratello“, Epic Games mirava a dimostrare che adesso è Apple il potere autoritario oppressivo. In un post sul blog, Epic incoraggia i giocatori di Fortnite a combattere la “tassa sulle app” di Apple utilizzando l’hashtag #FreeFortnite sulle principali piattaforme social.

“Epic Games ha sfidato il monopolio dell’App Store. In rappresaglia Apple sta bloccando Fortnite su un miliardo di dispositivi. Unisciti alla lotta per impedire che il 2020 torni ad essere il 1984”, si legge nel testo alla fine del video.

Scott ha confermato di aver visto la parodia di Epic e ha spiegato che la società avrebbe potuto mandare un messaggio più potente:

“Da un lato posso essere pienamente complimentato dal fatto che abbiano copiato la mia pubblicità scatto per scatto. Ma peccato che il messaggio sia così ordinario quando avrebbero potuto parlare di democrazia o di cose più potenti.

Penso che l’animazione fosse eccezionale, l’idea era eccezionale, il messaggio era “ehh”.”

Fortnite ha violato le regole dell’App Store il 13 Agosto, quando ha introdotto un’opzione di pagamento diretto che evitava il sistema di acquisto in-app di Apple consentendo pagamenti direttamente a Epic Games. 

Poco dopo che Epic ha palesemente ignorato le politiche di Apple, il colosso di Cupertino ha rimosso l’app dall’App Store‌‌, portando ad una causa legale in rapida escalation tra le due società. Venerdì, Apple ha chiuso l’account sviluppatore di Epic Games

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!