Apple

La Russia potrebbe costringere Apple a ridurre la commissione dell’App Store al 20%

Un legislatore russo ha presentato una bozza di legge che taglierebbe e limiterebbe la commissione sulla vendita di applicazioni da parte dei giganti della tecnologia Apple e Google.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Un legislatore russo ha presentato un progetto di legge che limiterebbe le commissioni sugli acquisti in-app di Apple al 20% e potrebbe costringere la società a consentire app store di terze parti sui suoi dispositivi.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Secondo quanto riportato da Reuters, il parlamento russo voterà presto se limitare o meno le commissioni che aziende come Apple e Google prendono dalle vendite di app.

Il disegno di legge, presentato dal parlamentare Fedot Tumusov, prevede che le commissioni sulla vendita delle domande siano limitate al 20%. Apple attualmente raccoglie una commissione del 30% sulle vendite nel suo App Store.

Ma oltre alla semplice riduzione della commissione massima in Russia, il disegno di legge, se approvato, farebbe sì che aziende come Apple “paghino un terzo delle loro commissioni a un fondo di formazione speciale per specialisti IT su base trimestrale“.

Tumusov ha condiviso sui social media che il disegno di legge costringerebbe anche Apple e Google a consentire app store di terze parti, che è ciò che Epic Games di sta cercando ottenere con la sua causa contro il gigante di Cupertino. Nota anche che Epic Games e Facebook hanno ispirato la sua proposta di legislazione:

Nelle ultime settimane il conflitto tra sviluppatori e proprietari dei cosiddetti “marketplace”, cioè gli application store, è solo cresciuto. Il conflitto di Apple con Epic Games, il tentativo di Facebook di informare gli utenti sulla tassa imposta di Apple – tutto ciò mi ha portato a credere che il problema potesse essere risolto attraverso la legislazione.

Ed è abbastanza semplice: obbligare gli attuali monopolisti a consentire l’installazione di app store di terze parti su dispositivi mobili e ridurre la dimensione della commissione almeno al 20% (e introdurre contributi al fondo per supportare gli sviluppatori ).

Cosa ne pensate?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.