Notizie

Un altro fornitore Apple è accusato di lavoro forzato

Secondo un nuovo rapporto, un altro fornitore Apple è stato accusato di lavoro forzato. Come si comporterà la società?

Secondo un nuovo rapporto pubblicato sul Washington Post, Lens Technology, una società che produce vetro per iPhone, avrebbe fatto uso del lavoro forzato.

Documenti sull’uso del presunto lavoro forzato sono stati scoperti dal Tech Transparency Project. L’organizzazione di ricerca ha spiegato in dettaglio come “migliaia di lavoratori uiguri provenienti dalla regione prevalentemente musulmana dello Xinjiang sono stati inviati a lavorare per Lens Technology”. Oltre che per Apple, Lens Technology lavora anche per Amazon e Tesla.

Dal rapporto:

“Alcuni lavoratori uiguri hanno riferito a gruppi per i diritti umani che avevano la possibilità di scegliere tra accettare un lavoro in una fabbrica remota o essere inviati in un centro di detenzione. In alcuni casi, i lavoratori hanno affermato che quando accettano il lavoro, vivono in campus fortemente sorvegliati e raramente gli è permesso di andarsene. La sera, al termine dei loro turni, i lavoratori uiguri sono costretti a prendere lezioni di propaganda comunista. Non è chiaro se gli uiguri siano pagati e esattamente quanto.”

Apple nega l’utilizzo del lavoro forzato da parte di Lens Technology

Un portavoce di Apple ha negato che Lens Technology abbia “assunto” lavoratori uiguri provenienti dalla regione prevalentemente musulmana dello Xinjiang:

“Apple ha tolleranza zero per il lavoro forzato”, ha detto il portavoce. “La ricerca della presenza di lavoro forzato fa parte di ogni valutazione dei fornitori che conduciamo, compresi gli audit a sorpresa. Questi controlli si applicano a tutta la catena di fornitura, indipendentemente dal lavoro o dall’ubicazione di una fabbrica. Qualsiasi violazione delle nostre politiche ha conseguenze immediate, inclusa la possibile cessazione dell’attività”.

Non è la prima volta che un fornitore Apple è stato collegato al lavoro forzato nello Xinjiang. All’inizio di questo mese, la società ha rimosso il produttore cinese O’Film Group dalla catena di fornitura dei moduli della fotocamera a causa di reati simili. Secondo il Washington Post , “almeno cinque” aziende nella catena di approvvigionamento di Apple sono state collegate al lavoro forzato.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!