Notizie

Lavoro forzato, O-film non sarà più un fornitore Apple

A seguito delle accuse di lavoro forzato, Apple chiude i rapporti con il fornitore di moduli della fotocamera O-film.

Apple ha iniziato a recidere i legami con O-film, fornitore di moduli per fotocamera per iPhone, dopo aver appreso che l’azienda utilizzava il lavoro forzato.

PUBBLICITÀ

A luglio, il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti aveva aggiunto O-Film a un elenco di società implicate in violazioni dei diritti umani contro le minoranze musulmane uiguri.

The Elec afferma che Apple sta consentendo alla società di fornire modelli di fotocamere solo per i vecchi modelli di iPhone. Ciò potrebbe suggerire che il gigante di Cupertino ha bisogno di tempo per trovare un sostituto.

Si stima che O-film Tech fornisca circa il 10% dei moduli della fotocamera di Apple, un numero che è diminuito negli ultimi quattro anni. Gli altri due fornitori, ovvero LG InnoTek e Sharp, fornisco rispettivamente il 50% ed il 30% delle componenti per la fotocamera.

Soltanto due giorni fa, vi abbiamo riferito che Apple ha proposto una serie di modifiche ad un disegno di legge che cerca di prevenire il lavoro forzato in Cina:

  • L’estensione delle scadenze di conformità;
  • Divulgare determinate informazioni sulla catena di approvvigionamento al Congresso e non al pubblico;
  • Richiedere che le entità cinesi siano “designate” dal governo degli Stati Uniti per aiutare a sorvegliare o detenere gli uiguri nello Xinjiang.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button