Notizie

Apple progetta un alimentatore GaN più piccolo e leggero

Apple sta progettando alimentari basati sulla tecnologia al nitruro di gallio, il che renderebbe l'accessorio più compatto e leggero. In futuro l'alimentatore tornerà nella confezione di iPhone?

Nel 2021, Navitas Semiconductor dovrebbe ottenere ordini da Apple per soluzioni di ricarica rapida basate sulla tecnologia al nitruro di gallio o “GaN”. Il rapporto afferma che TSMC, partner per la produzione di chip di Apple, fornirà a Navitas chip GaN come parte di una partnership esistente.

Queste notizie suggeriscono che Apple sta pianificando versioni GaN dei suoi alimentatori USB-C, consentendo loro di essere più piccoli e leggeri, più efficienti dal punto di vista energetico e meno propensi a surriscaldarsi rispetto ai suoi attuali caricatori, che sono basati sul silicio. Negli ultimi anni, molti altri produttori come Anker e Belkin hanno introdotto caricabatterie GaN. Non è chiaro se i primi caricabatterie GaN di Apple saranno pronti già quest’anno.

Navitas è il creatore di GaNFast, una soluzione di nitruro di gallio che si trova in alcuni dei caricabatterie rapidi più popolari al mondo. GaNFast è stato adottato da diversi marchi, come Aukey, Dell, Lenovo e Xiaomi.

Come ben sappiamo, Apple non include più alimentatori nella confezione con i modelli di iPhone e Apple Watch che vende, ma continua a vendere diversi caricabatterie, comprese le opzioni USB-A da 5 W e 12 W e 20 W, 30 W, 61 W e Opzioni USB-C da 96 W.

Grazie alla riduzione delle dimensioni e del peso dei nuovi caricatori, Apple potrebbe reinserirli nella confezione degli iPhone?

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button