Mac

Mac M1, non sarà possibile eseguire app iOS senza supporto nativo per Apple Silicon?

Brutte notizie per gli utenti Mac M1. Presto Apple bloccherà l'esecuzione di app iOS senza supporto nativo per il nuovo chip.

Ieri, Apple ha rilasciato la seconda beta macOS Big Sur 11.2 per gli sviluppatori introducendo alcuni miglioramenti delle prestazione e correzioni di bug. Oltre a ciò, la società ha introdotto anche un’altra piccola modifica che non piacerà ai possessori di Mac M1.

PUBBLICITÀ

9to5Mac ha scoperto che presto Apple potrebbe impedire agli utenti di eseguire app iOS senza supporto nativo per il chip M1. Sulla base del codice interno, la società sta implementando un nuovo sistema che bloccherà l’esecuzione di alcune app iOS sul Mac. Questo, ovviamente, non influirà sulle app disponibili sul Mac App Store.

Piuttosto, impedirà agli utenti di installare app iOS che lo sviluppatore ha scelto di non offrire sul Mac App Store per Mac M1. Nelle versioni attuali di macOS, possiamo installare manualmente app iOS come Netflix, Instagram e Facebook su un Mac M1 utilizzando i rispettivi file IPA scaricati con un ID Apple valido. Il codice trovato da 9to5Mac è relativo alle API che gestiscono le protezioni DRM (Digital Rights Management) del sistema operativo.

I principali sviluppatori hanno scelto di non avere le loro app iOS sul Mac App Store, sia a causa della strategia di vendita, sia perché le app non sono state ancora ottimizzate per funzionare su un computer con controlli di mouse e tastiera.

Al momento, macOS Big Sur 11.1 beta 2 consente ancora agli utenti di eseguire le app iOS non supportate su Mac M1.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button