macOS

macOS Big Sur 11.3 migliora l’utilizzo delle app per iPad su Mac M1

macOS Big Sur 11.3 introduce un paio di modifiche relative all'esecuzione di app per iPad su Mac M1.

Ieri, Apple ha rilasciato macOS Big Sur 11.3 beta 1 per gli sviluppatori. La nuova versione introduce diverse novità, tra cui il supporto per due HomePod collegati in stereo e molto altro.

Tuttavia, 9to5Mac ha scoperto che macOS 11.3 introduce anche un paio di modifiche relative all’esecuzione di app per iPad su Mac M1.

Prima di tutto, macOS Big Sur 11.3 ha aggiunto un nuovo pannello delle preferenze dedicato per “Touch Alternatives”, che è una funzionalità progettata per replicare i gesti tattili che usiamo nella versione iPad dell’app. Questa funzione è presente da quando i Mac M1 sono stati rilasciati, ma macOS Big Sur 11.3 aggiunge un nuovo pannello delle preferenze che offre agli utenti un controllo più granulare sulla funzione.

Per accedere al nuovo pannello delle preferenze di Touch Alternatives, basta cliccare sul nome dell’app nella barra dei menu e selezionare Preferenze. Da qui, possiamo abilitare Touch Alternatives e quindi specificare quali controlli specifici desideriamo utilizzare.

La seconda modifica riguarda le dimensioni delle finestre delle app iPad su Mac. Come notato per la prima volta da The Verge, in macOS Big Sur 11.3 le dimensioni delle finestre delle app per iPad in esecuzione su Mac M1 sono leggermente più grandi.

Ecco un confronto prima e dopo di HBO Max in esecuzione su MacBook Air M1:

Si tratta di piccole ma utili modifiche all’esperienza di utilizzo delle app per iPad sui Mac M1 e, sebbene sia incoraggiante vedere Apple apportare miglioramenti, c’è ancora molto da fare.

La modifica al dimensionamento predefinito della finestra è particolarmente bizzarra. La soluzione ideale è che Apple e gli sviluppatori consentano semplicemente all’utente di regolare le dimensioni della finestra.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button