Notizie

Intel minimizza il chip M1 di Apple con benchmark “realizzati con cura”

L'azienda ha condiviso una presentazione dettagliata dei risultati dei benchmark con l'obiettivo di dimostrare che ha ancora un vantaggio su Apple Silicon.

In una presentazione condivisa questa settimana, Intel ha evidenziato ciò che PCWorld ha descritto come benchmark “accuratamente realizzati” nel tentativo di dimostrare che i laptop con gli ultimi processori Core di 11a generazione sono superiori a quelli con il chip M1 progettato da Apple.

PUBBLICITÀ

Ad esempio, Intel ha affermato che l’esportazione di una presentazione PowerPoint come file PDF è fino a 2,3 volte più veloce su un laptop Windows dotato di un processore Core i7 di 11a generazione e 16 GB di RAM rispetto al completamento della stessa operazione su un MacBook Pro da 13 pollici con il chip M1 e 16 GB di RAM, con Intel che ha notato che PowerPoint funzionava in modo nativo su entrambi i sistemi.

La multinazionale statunitense ha anche indicato che il software Gigapixel AI di ingrandimento fotografico basato su AI di Topaz Labs è stato 6 volte più veloce sul sistema Core i7 rispetto al MacBook Pro M1. In questo caso, PCWorld ha affermato che “i risultati sono piuttosto reali”, notando che le app di Topaz Labs sono progettate per sfruttare l’accelerazione hardware all’interno dei processori Intel.

Per quanto riguarda le prestazioni di gioco, i risultati sono stati contrastanti, con Intel che ha enfatizzato l’opinione consolidata che i Mac non sono ideali per i giochi e mancano del supporto per “innumerevoli” titoli come Gear Tactics, Hitman 2 e altri.

Intel ha anche condotto un “test di durata della batteria nel mondo reale” e ha scoperto che sia il MacBook Air M1 che l’Acer Swift 5 con un processore Core i7 di 11a generazione hanno raggiunto una durata della batteria praticamente identica di 10 ore durante lo streaming su Netflix con schede aggiuntive aperte. La società ha affermato che entrambi i notebook sono stati impostati su una luminosità del display di 250 nit, con il MacBook Air con Safari e l’Acer Swift 5 con Chrome per il test.

Vale la pena notare che Intel è passata dal MacBook Pro per i benchmark delle prestazioni al MacBook Air per il test di durata della batteria e Intel ha utilizzato anche una SKU del processore Core i7 diversa per ciascuno di questi test.

Sul proprio sito web, Apple afferma che  il MacBook Air M1 offre fino a 18 ore di durata della batteria durante la riproduzione continua di contenuti 1080p nell’app Apple TV con luminosità del display impostata al 50% e fino a 15 ore di durata della batteria durante la navigazione in 25 siti Web popolari in Safari tramite Wi-Fi con luminosità del display impostata al 50%.

PUBBLICITÀ

Intel ha aggiunto che i suoi processori non riguardano solo le prestazioni, ma anche la scelta, poiché alimentano tutti i tipi di dispositivi, dai notebook tradizionali ai tablet con funzionalità come touchscreen e supporto per più display esterni. Ufficialmente, il MacBook Air e il MacBook Pro da 13 pollici M1 supportano solo un display esterno, ma alcuni utenti hanno scoperto che questa limitazione può essere aggirata con gli adattatori DisplayLink come soluzione non ufficiale.

“Benchmark M1-Unfriendly”

Tuttavia, l’editore Jason Snell si è riferito ai benchmark di Intel come “Benchmark M1-Unfriendly” nel commento condiviso sul suo sito web Six Colors.

“Piattaforme di test incoerenti, argomenti mutevoli, dati omessi e l’odore non così debole della disperazione”, ha scritto Snell. “Il processore M1 di oggi è un chip di fascia bassa per sistemi di fascia bassa, quindi Intel ha solo una piccola finestra per confrontarsi positivamente con questi sistemi prima che i Mac Apple Silicon di fascia alta vengano spediti e rendano il suo lavoro molto più difficile”.

Apple afferma che il chip M1 offre prestazioni per watt leader del settore, con l’ultimo MacBook Air che supera un MacBook Pro da 16 pollici Intel di fascia alta nei benchmark Geekbench. Si vocifera che Apple è pronta a lanciare nuovi modelli di MacBook Pro da 14 e 16 pollici, un iMac ridisegnato e altro ancora alimentati dal chip M1 di nuova generazione.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button