PUBBLICITÀ
Sviluppo

iOS 15 permetterà agli utenti di richiedere i rimborsi per gli in-app purchase direttamente dalle app

Con iOS 15 non si dovrà più ricorrere all'App Store e alla volontà di Apple per poter ottenere un rimborso su un in-app purchase sbagliato. Gli sviluppatori potranno aggiungere degli appositi pulsanti nelle proprie app

In una nuova video sessione della WWDC21 chiamata “Support customers and handle refunds”  è stata spiegata una nuova funzione legata a StoreKit 2. Le nuove API permettono di gestire gli abbonamenti alle applicazioni direttamente dalle applicazioni stesse.

Gli sviluppatori potranno quindi implementare svariate funzioni per consentire agli utenti di gestire il proprio abbonamento all’app, per annullarlo o addirittura per richiedere un rimborso.

Fino ad oggi, gli acquisti e gli in-app purchases sono stati gestiti unicamente da Apple quindi gli sviluppatori non avevano alcun potere nè di visualizzare nè gestire le transazioni degli utenti. In caso di errori o di problemi, per richiedere un rimborso, gli utenti dovevano collegarsi all’apposita pagina Apple e fare richiesta.

L’azienda solitamente impiega 48 ore per esaminare il caso e decidere se emettere o meno il rimborso.

Con StoreKit 2 invece, il server di Apple potrà comunicare con il nostro e quindi potremo ottenere informazioni ed interagire con gli acquisti. Potremo anche fornire dei codici redeem agli utenti, da utilizzare attraverso la nostra stessa applicazione per sbloccare funzioni Premium gratuitamente o per fare dei regali in-app per scusarci di un disservizio.

Le schermate avranno esattamente la stessa grafica dell’apposita sezione presente nelle impostazioni Account in App Store.

Si tratta di un modo per migliorare la gestione degli abbonamenti e dei rimborsi, velocizzando il tutto, rendendolo più semplice ed intuitivo e permettendo agli sviluppatori di avvicinarsi maggiormente ai propri clienti.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button