iPhoneNotizie

In futuro gli iPhone potrebbero essere in grado di rilevare depressione e ansia

Apple vuole integrare nuove funzioni per la salute nei suoi dispositivi. I suoi smartphone riusciranno a rivelare addirittura un declino cognitivo? Tutte le novità dal WSJ.

Stando ad un nuovo rapporto del Wall Street Journal, Apple starebbe pensando di implementare nei futuri iPhone funzionalità in grado di rilevare depressione, ansia, autismo e declino cognitivo.

PUBBLICITÀ

In base a quanto si legge nell’articolo, il gigante di Cupertino sarebbe ancora alle fasi iniziali di questo studio, accolto con grande ottimismo dagli executive. Ovviamente, la priorità per Apple è la privacy dei suoi utenti, quindi le feature in questione opererebbero unicamente sul dispositivo.

Ma su quali dati si baseranno le diagnosi? Espressioni facciali, modo di parlare e di camminare, frequenze cardiaca e respiratoria e altro ancora.

Tra gli altri dati presi in considerazione potrebbero esserci la velocità di digitazione, la frequenza degli errori di battitura e il contenuto di ciò che viene scritto, stando alle fonti vicine alla ricerca e ai documenti.

Apple già da alcuni anni è in grado di monitorare i dati relativi alla salute, come qualità del sonno e attività fisica. Tuttavia, per poter integrare funzioni capaci di scovare tracce di depressione, ansia, autismo e declino cognitivo dovrà fare affidamento su strumenti più solidi. Ed ecco il perché di alcune partnership, sottolinea il WSJ:

Apple ha annunciato collaborazioni con l’Università della California, che sta studiando lo stress, l’ansia e la depressione, e con l’azienda farmaceutica Biogen, attualmente impegnata sullo studio del deterioramento cognitivo.

Cosa ne pensate delle novità emerse dall’ultimo rapporto del Wall Street Journal?

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button