iPhone

Apple ci ripensa: la sostituzione del display degli iPhone 13 non creerà più problemi al Face ID

Dopo la pioggia di critiche arriva la notizia direttamente da Cupertino: un aggiornamento software risolverà il problema.

Le scoperte di iFixit durante il teardown di iPhone 13 hanno scatenato le ire degli utenti: la sostituzione del display ad opera di terze parti può rendere inutilizzabile il Face ID. Insomma, è necessario rivolgersi obbligatoriamente ad Apple o ad uno degli Apple Authorized Service Providers per evitare problemi con il sensore per il riconoscimento del volto. La situazione ora è questa, ma le cose stanno per cambiare.

PUBBLICITÀ

Visto il malcontento per le restrizioni, Apple ha deciso di modificare la sua policy. Raggiunta dai colleghi di The Verge, l’azienda di Cupertino ha dichiarato che sarà presto introdotto un aggiornamento software che farà sì che le sostituzioni dei display di iPhone 13 non disabilitino il Face ID.

È “tutta colpa” di un microcontroller che abbina iPhone 13 al suo display perché, dopo una riparazione, questo piccolo componente deve essere abbinato al nuovo display. Per farlo bisogna però utilizzare dei particolari strumenti che chi effettua riparazioni di terze parti non ha a disposizione.

Senza questo passaggio, sul display di iPhone 13 appare il seguente messaggio:

Non è possibile attivare il Face ID su questo iPhone.

L’aggiornamento software di cui parla Apple annullerà dunque le restrizioni riguardanti il microcontroller, ma non è ancora chiaro quando questo verrà rilasciato. Forse sarà una novità di iOS 15.2, attualmente in fase di test?

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button