Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Apple pronta a render pan per focaccia a Google dopo l’acquisizione di Motorola
Brevetti

Apple pronta a render pan per focaccia a Google dopo l’acquisizione di Motorola 

Dopo l’affare siglato dalla società di Mountain View, che ha inglobato Motorola Mobility per 12,5 miliardi di dollari, molti esperti del settore prevedono un’adeguata risposta da parte dell’azienda di Cupertino, che potrebbe tradursi in accordi con RIM, Nokia o InterDigital per aumentare ancora il già spropositato numero di brevetti posseduti e rafforzare la propria posizione in vista di eventuali scontri legali.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Peter Misek, analista di Jeffries & Co., ritiene di aver identificato circa 500 brevetti in merito a reti 3G e 4G da lui ritenuti essenziali e facenti parte del portfolio Motorola, ora in mano a Google; stando alla cifra sborsata da quest’ultimo gigante, Misek ritiene che il valore di ogni singola patent si aggiri attorno ai 20 milioni di dollari, dal momento che potrebbero servire sia per difendere la piattaforma Android dai possibili attacchi di Apple, sia per eventuali contrattacchi contro la società californiana e le altre aziende rivali.

Analizzando i brevetti posseduti da Nokia, Research in Motion e InterDigital, l’analista ha concluso che sono tutti potenziali obiettivi per Apple, che ha avuto – e ha ancora – a che fare in tribunale con HTC, Samsung, Motorola, Kodak e Nokia per violazione di proprietà intellettuali.

Vista anche l’immensa disponibilità di denaro da investire (pari a 76,2 miliardi di dollari, più del bilancio operativo del governo statunitense), Peter Misek ritiene, a ragione, che la casa della mela morsicata può tranquillamente permettersi qualsiasi brevetto posseduto dalle rivali.

Il “problema” – se così lo si può chiamare – per Apple, dunque, risiederebbe solo nello scegliere in cosa investire il proprio denaro in maniera da ottenere il miglior risultato possibile.

Nel frattempo, Larry Page, capo esecutivo di Google ha candidamente dichiarato che l’acquisto di Motorola (che ancora deve essere ufficialmente approvato) da parte della sua compagnia è stato necessario a causa del comportamento sleale e anticompetitivo di Apple e Microsoft.

Voi ci credete?

Via | AppleInsider

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.