Curiosità

iSpazio vi spiega (scientificamente!) perchè molti preferiscono i pulsanti di attivazione tondi di iOS 5 a quelli classici rettangolari

D’accordo, probabilmente leggendo il titolo di questo post sarete rimasti un tantino perplessi, ma tra articoli su cause in tribunale che si protraggono all’infinito, improbabili brevetti e dannati rumors sul prossimo modello di iPhone, abbiamo pensato che, per farvi distrarre un po’, un angoletto su iSpazio lo studio di cui parleremo dopo il salto lo meritava. Seguiteci!

PUBBLICITÀ

Se avete avuto modo di provare una beta di iOS 5 – oppure avete visto immagini e video in merito sempre qui su iSpazio – avrete sicuramente notato che i classici switch rettangolari presenti nelle precedenti versioni del sistema operativo mobile, sono stati sostituiti con degli eleganti bottoni rotondi, come si può vedere dall’immagine sopra.

Nel caso questo ultimi vi risultino più piacevoli alla vista, incredibilmente, c’è una spiegazione scientifica.

Gli oggetti arrotondati sono meno stressanti per l’occhio e vengono elaborati più facilmente dal nostro cervello; il motivo risiede nel fatto che la fovea, regione centrale della retina di massima acuità visiva (Wikipedia docet :)), riesce ad elaborare i cerchi molto più velocemente rispetto ai quadrati.

Dunque, preferiamo le cose tonde perchè occhi e cervello faticano di meno a guardarle!

E c’è dell’altro: mentre gli angoli arrotondati spingono l’occhio a concentrarsi su ciò che si trova all’interno di un oggetto, quelli squadrati hanno esattamente l’effetto opposto; quindi, ci sforziamo maggiormente quando cerchiamo di spostare lo sguardo dall’esterno all’interno dei toggle buttons rettangolari di iOS 4, rispetto a quanto faremo con la nuova versione.

Cosa ve ne pare, anche voi trovate migliore la forma arrotondata rispetto alla precedente rettangolare?

Via | Gizmodo

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button