Notizie

I due ragazzi accusati di aver rubato il prototipo di iPhone 4 si dichiarano innocenti

Da non confondere con la recente storia – da confermare – dell’iPhone 5 perduto in un bar di San Francisco, oggi CNET riporta che i due ragazzi coinvolti nel caso del prototipo dell‘iPhone 4 comprato da Gizmodo non sono colpevoli.

Le vicende risalgono all’anno scorso, quando due ragazzi trovarono un prototipo di iPhone 4 in un bar della California – prima della presentazione ufficiale – e questo venne comprato da Gizmodo che lo svelò al mondo tramite il suo blog. I due ragazzi sospettati del furto,  Brian Hogan (in foto) e Robert Sage Wallower, si dichiarano innocenti.

Questo avviene dopo che il giudice ha ritirato le accuse contro Gizmodo e si è concentrato sui ragazzi che l’hanno trovato al bar. Brian, responsabile di aver trovato il prototipo l’anno scorso, assieme a Robert, accusato invece di aver avuto tra le mani beni rubati, si sono dichiarati non colpevoli davanti al giudice Jonathan Karesh questa mattina. L’udienza preliminare è prevista per l’11 Ottobre.

Come riporta CNET:

In un incontro avvenuto stamattina, Brian Hogan, l’uomo che avrebbe trovato il prototipo in un bar dopo che quest’ultimo venne lasciato lì da un ingegnere Apple, e Robert Sage Wallower, accusato di essere stato in possesso di beni rubati, hanno rilasciato le loro dichiarazioni davanti al Giudice della Corte Suprema Jonathan Karesh.

Via | 9To5Mac

Tag

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!