Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

L’Unione Europea approva l’acquisizione di Motorola da parte di Google
Concorrenza

L’Unione Europea approva l’acquisizione di Motorola da parte di Google 

Il piano d’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google, ha ricevuto il benestare dell’Unione Europea. Un accordo da 12,5 miliardi di dollari che rimarrà tuttavia sotto stretta osservazione da parte della Commissione Europea per garantire il rispetto delle norme antitrust comunitarie.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

A battere la notizia è l’agenzia Reuters, la quale riporta le dichiarazioni del Commissario UE per la Concorrenza, Joaquin Almunia:

Questa transazione non comporta un aumento della concorrenza ma questa decisione di fusione non significa che non siamo preoccupati sul possibile ruolo che Google assumerà, la quale, una volta entrata in possesso di alcuni brevetti, potrebbe farne un uso improprio al fine di favorire il suo sistema Android.

Almunia dichiara inoltre che in caso Google abusasse di tali brevetti, ci sarebbero sicuramente ripercussioni legali.

La UE sostiene quindi che l’accordo è fattibile ma che verrà monitorato nel tempo per evitare abusi di potere. Tuttavia l’acquisizione di Motorla si potrà formalmente chiudere solo dopo aver ricevuto la conferma da parte dei funzionari Cinesi, Israeliani e Taiwanesi oltre che dagli Stati Uniti.

Da voci trapelate dall’US Department of Justice, sembra che l’approvazione da parte degli States sia ormai certa. Una volta conclusa la transizione, Google entrerà in possesso di più di 17.000 brevetti che potranno servire come “difesa” a tutti quei produttori di Android. Molti dei brevetti rappresentano degli standard nel settore della telefonia ed Apple lo sa bene visto che proprio in Germania, la nota battaglia legale nei confronti di Motorola si basa sull’utilizzo di brevetti sullo standard 3G.

Google qualche settimana fa aveva rassicurato i produttori, dichiarandosi disponibile a siglare accordi confermando che continuerà a chiedere una royalty di non più del 2,25% sull’utilizzo dei brevetti. Apple è attualmente impegnata in una battaglia legale nei confronti di Motorola a seguito del rifiuto  del tasso del 2,25% sulle royalty ritenendolo troppo caro. Staremo quindi a vedere come potrebbe evolversi questa causa legale.

Via | electronista

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.