iSpazio intervista in esclusiva Michele Baratelli di Gameloft

16/02/2012

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

iSpazio ha intervistato per voi Michele Baratelli, Digital Marketing Manager presso Gameloft, una delle aziende leader nel settore dei videogiochi, iOS e Android compresi.

L’intervista ha avuto come tema principale le differenze dei market dei sistemi operativi del momento, iOS e Android, ma non sono mancate delle piccolissime anticipazioni riguardo ciò che ci attende nel corso del 2012 da Gameloft.

Quali sono i pro e i contro dell’App Store?

La “chiusura” del sistema operativo Apple (iOS) per molti è considerato un vantaggio mentre per alcuni è una forte limitazione, dipende ovviamente dalle prospettive. App Store è uno “shop globale” dove tutti possono pubblicare un’applicazione, una propria idea, che sarà poi il pubblico a premiare. Ecco perché in classifica si trovano spesso App sviluppate da giovani (e indipendenti) sviluppatori: è la qualità del prodotto che vince. Inoltre semplicità di acquisto e facilità di ricerca di una applicazione rendono App Store un meccanismo ormai collaudato, ovviamente sempre perfezionabile.

Quali sono i pro e i contro dell’Android Market?

In questo caso parliamo di uno shop che ha alla base sistema OS open source e ciò ha sia dei pro che dei contro, un po’ come accade con App Store. Valgono le considerazioni fatte prima e, alla pari di App Store, sono tante le opportunità offerte agli sviluppatori come quella di avere un palcoscenico dove poter presentare la propria applicazione e far valere globalmente la propria geniale idea. Non dimentichiamo però che l’apertura alla base del sistema operativo Android consente la presenza di shop esterni, come il nostro Gameloft Shop Android raggiungibile digitando www.gameloft.com nel browser del proprio device.

I titoli Gameloft hanno la stessa tendenza sui diversi market?

Risulta difficile dire se, ad esempio, gli utenti iOS prediligano i giochi di corse automobilistiche rispetto agli utenti Android, o viceversa. In generale i nostri titoli vengono apprezzati alla stessa maniera sulle due diverse piattaforme citate prima. I due OS sono molto diversi ma ciò che accomuna le utenze, tra le tante cose, è la voglia di divertirsi ovunque grazie al proprio device portatile.

Da quale delle due piattaforme si hanno maggiori introiti?

Innanzitutto Android Market ha, ad esempio, la “concorrenza diretta” del nostro Gameloft Shop Androi:, uno store sviluppato indipendentemente da Gameloft dove da subito è stato possibile acquistare i propri giochi preferiti. Alla luce di questo risulta difficile un vero confronto tra gli introiti generati da App Store e quelli generati da Android Market.

Gameloft come cerca di contrastare il fenomeno della pirateria che dilaga sempre più su tutti i dispositivi?

La pirateria esiste da sempre, questo è noto, e come sai è un fenomeno difficile da arginare. La nostra idea è quella di invogliare gli utenti all’acquisto dei nostri titoli, magari anche attraverso le promozioni con gli sconti: alla fine è più semplice utilizzare applicazioni originali rispetto a quelle ottenute tramite download con metodi, per così dire, alternativi. Inoltre la formula del Freemium (ovvero giochi gratuiti che successivamente richiedono piccole spese per sbloccare più velocemente determinati oggetti o situazioni di gioco NDR) fornisce a tutti la possibilità di provare i nostri titoli e, solo successivamente, è l’utente a decidere se effettuare una piccola spesa per avanzare più velocemente nel gioco, premiando così la qualità del prodotto e il lavoro degli sviluppatori.

Con l’avvento dei nuovi device come l’iPhone 5 o il Samsung Galaxy S III, ci sarà un gran balzo in avanti per quanto riguarda la qualità dei vostri giochi?

Davvero arriveranno iPhone 5 e Samsung Galaxy S III? Scherzi a parte, ovviamente ci sarà un ulteriore passo in avanti e noi di Gameloft ci impegneremo a sfruttare tutte le nuove potenzialità che questi nuovi device offriranno, come i nuovi processore quad-core, i nuovi display in HD e le altre caratteristiche, come le precedenti, contenute per ora nelle indiscrezioni che è possibile leggere sui vari media.

Potete rivelarci qualche piccola indiscrezione sui prossimi progetti Gameloft?

Vi posso solo dire che nel 2012 verrà differenziata ancora di più l’offerta, dato che l’idea di Gameloft è sempre stata quella di dare a tutti la possibilità di giocare ovunque. Vorremmo quindi non concentrarci solo sugli hardcore gamer ma anche andare incontro ai diversi desideri di tutti i possessori di device portatili. Comunque non ci dimenticheremo di sviluppare alcune nuove versioni dei nostri giochi più famosi: non preoccupatevi!

Grazie mille a Michele Baratelli di Gameloft da tutto il team di iSpazio.

Grazie mille a voi, è sempre un piacere fare una chiacchierata con il team di iSpazio, e un saluto a tutti i lettori!

iSpazio ha intervistato per voi Michele Baratelli, Digital Marketing Manager presso Gameloft, una delle aziende leader nel settore dei videogiochi, iOS e…

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.