Lo scrittore Mike Daisey ha reso pubblica la trascrizione di uno dei suoi monologhi più influenti, The Agony And The Ecstasy Of Steve Jobs, sotto licenza royalty-free.

Questa mossa consentirà al monologo di Daisey, riguardo le condizioni nelle fabbriche cinesi di Apple, di esssere eseguito in qualsiasi parte del mondo senza restrizioni. Daisey ha infatti affermato che più di 500 gruppi e individui in 13 Paesi diversi lo hanno contattato perché vogliono metterlo in scena.

“Nessuno lo ha mai fatto prima”, scrive Daisey in un’ email a Cult of Mac. “Il teatro non fa molte cose come questa, e certamente non con una trascrizione che puo’ essere venduta – Ho avuto offerte da due editori – per soldi veri.”

Daisey ha detto che c’è interesse anche da parte di tre importanti teatri in Germania, un teatro in Spagna e due in Francia. C’è un attore che ha in programma di eseguirlo in Kurdistan, un gruppo in Nova Scotia che lo sta adattando, e un gruppo di New York in programma di trasformarlo in un’opera completa.

Daisey ha eseguito The Agony & Ecstasy Of Steve Jobs per più di un anno in 18 città in tutto il paese. Ha appena concluso un’esibizione al Public Theater di New York ed è diretto al Teatro Woolly Mammoth a Washington DC.

La trascrizione del monologo può essere scaricata da questa pagina. “Stiamo chiedendo alla gente di collegarsi alla pagina di download dove, nel corso del tempo, aggiungerò varie traduzioni”, ha spiegato Daisey.

Via | CultOfMac