PUBBLICITÀ
QuickApp

iDrinkWater, l’utility gratuita che ci ricorda quando bere | QuickApp

ERRORE: 518818953 Articolo non trovato

E’ da poco disponibile in AppStore una simpatica e comoda utility che, seppur possa sembrare estremamente semplice, nasconde una comodità per tutti. iDrinkWater, come si intuisce dal nome, parla di acqua, e in particolar modo del nostro fabbisogno giornaliero. Bere acqua è molto importante per la nostra salute, ma non sempre ci ricordiamo di bere in quanto siamo spesso sovrappensiero per altre cause.

Sviluppata da Art Of Apps, software house composta da due nostre vecchie conoscenze (Michele Iacubino e Jacopo Bassan), l’applicazione è davvero molto semplice e funzionale: una volta aperta ci mostrerà un testo introduttivo, e subito dopo potremo attivare il promemoria che, tramite una notifica push, ci ricorderà di bere un bicchiere da 250Ml d’acqua, in modo tale da arrivare a 2 litri giornalieri e soddisfare il fabbisogno.

Perché bere acqua può migliorare la salute? Sempre più spesso giornali e riviste ci ricordano dell’importanza del bere acqua per la nostra salute. L’acqua compone il corpo umano di circa 65 per cento e ognuno di noi dovrebbe bere 2 litri di acqua al giorno, per evitare il disequilibrio idrico. Infatti è proprio questa la quantità di acqua persa ogni giorno per via di urina, feci, sudorazione e respirazione. Ecco perchè i 2 litri rappresentano il fabbisogno idrico giornaliero da assumere, poco alla volta, per evitare la disidratazione.Il suggerimento dei dottori è ‘Bere poco ma spesso!’
Subito dopo verrà aperta la schermata principale, dalla quale si potranno attivare o meno i promemoria, che ci ricorderanno durante il corso della giornata di bere 250 millilitri per volta. Infine cliccando sulla i in alto a destra verrà aperta una schermata con i credits e il sito internet degli sviluppatori

iDrinkWater richiede iOS 5.0, è localizzato in italiano e in Inglese e pesa 4.3MB

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button