Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Adam Cheyer, secondo co-fondatore di Siri, ha lasciato la società di Cupertino

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Sebbene a giugno sembrava una semplice “notizia di corridoio”, ieri i maggiori blog americani ne hanno dato la conferma: Adam Cheyer, secondo co-fondatore di Siri, ha lasciato Apple tre mesi fa.

Prima di Cheyer è stato l’ex presidente di Siri, Dag Kittlaus, a lasciare la società di Cupertino lo scorso anno. Secondo il sito americano Xconomy, il co fondatore ha lasciato il suo posto per “ragioni personali“.

Apple comprò Siri nel lontano 2010 per una cifra mai dichiarata (si parla di circa duecento milioni di dollari) e si è trasformata nel pezzo forte dell’iPhone 4S e del Nuovo iPad. Visto l’imminente rilascio al pubblico di migliorie al noto assistente vocale su iOS 6, l’ufficialità della dimissione di Adam Cheyer risulta “interessante”.

Ricordiamo che iOS 6 ha diverse migliorie per Siri, tra cui la possibilità di fornire i risultati degli sport e informazioni sui cinema, prenotare ristoranti, avviare applicazioni, l’integrazione Twitter/Facebook e l’aggiunta di diverse lingue (tra cui l’italiano).

Via | Cult of Mac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.