Notizie

iPhone e Android sostituiranno completamente BlackBerry nelle aziende

Da sempre il nome BlackBerry è stato accostato al mondo del business, ma ora i tempi sono cambiati. I due colossi del mondo mobile, Apple e Google si stanno facendo sempre più pressanti nei confronti della società canadese, anche nel settore in cui ha dominato per anni, ovvero quello aziendale.

Secondo una ricerca condotta dalla IDC, Apple riuscirà a vendere la bellezza di 31.1 milioni di iPhone alle aziende per i propri dipendenti. Per quanto riguarda gli smartphone Android, IDC prevede che le consegne del 2012 si attesteranno sui 15,1 milioni per quanto riguarda gli acquisti effettuati dalle compagnie per i propri dipendenti.

Diversi sono i dati per quanto riguarda gli smartphone acquistati direttamente dagli impiegati e non dalle aziende. Qui Android fa da padrone con ben 87,7 milioni di unità vendute, mentre l’iPhone insegue a quota 37,1 milioni. Per quanto riguarda RIM, la IDC afferma che riuscirà a vendere alle aziende solo 5.2 milioni di BlackBerry nel 2012, contro i notevoli 22,4 milioni venduti nel 2011.

Resta comunque un fatto importante da considerare, ovvero che i BlackBerry sono ancora gli smartphone che possono garantire alle aziende il miglior livello di sicurezza, mentre gli smartphone Android come sappiamo, sono i più vulnerabili. Anche per questo motivo le aziende stanno virando in massa su iPhone ed iOS, il quale denota un livello di sicurezza senz’altro superiore ad Android. Se il trend rimarrà lo stesso, entro il 2016 lo smartphone made in Cupertino sarà la scelta prediletta dalle imprese con una stima di ben 68,9 milioni di unità vendute.

Via | PhoneArena

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!